Banche, in un anno il costo dei conti correnti è cresciuto del 20%

Soldi - 1511795290812.jpg--banche__in_un_anno_il_costo_dei_conti_correnti_e_cresciuto_del_20_ - www-liberoquotidiano-it - 350X200

Banche, in un anno il costo dei conti correnti è cresciuto del 20%

Il dato “ufficiale” dice che la spesa media di gestione dei conti correnti bancari in Italia è cresciuta di 1,1 euro tra il 2015 e il 2016, attestandosi a 77,6 euro l’anno. Bene no? No, perchè secondo i dati riportati dal Corriere della Sera e ripresi poi anche dal Fatto Quotidiano, le cifre sono ben diverse. Quel 77 euro e rotti è infatti ben lontano dalla somma che in realtà si versa. Perchè corrisponde al canone mensile e ai costi fissi. Ma non tiene conto dei cosiddetti costi variabili, ovvero quelli legati a balzelli una tantum e al calcolo delle differenze tra interessi attivi sulle giacenze e costi legati agli “scoperti” di conto e alle operazioni effettuate.

Così, secondo quanto conteggiato tra gennaio 2016 e lo scorso 15 novembre dal Corriere della Sera, il costo di un conto corrente a carico di una famiglia con media operatività bancaria (228 operazioni l’anno, bonifici esclusi), è aumentato del 20% per i conti allo sportello, saliti in media da 117 a 140 euro l’anno. E del 17% per i depositi online nelle banche tradizionali, passati da 92 a 108 euro.

dal sito www.liberoquotidiano.it