“Non ero felice nel sentirmi straniera, così mi sono adattata, e adesso riesco a sentirmi sia una persona del posto sia una migrante.”

01Divya Edited - www-iamamigrant-org - 350X200

“Non ero felice nel sentirmi straniera, così mi sono adattata, e adesso riesco a sentirmi sia una persona del posto sia una migrante.” Divya

Prima di arrivare in Italia, studiavo fashion design all’università di Nuova Delhi e lavoravo come modella part-time. Un giorno, mi sono iscritta per sbaglio a un concorso di bellezza pensando che si trattasse di una competizione di fashion design. Quando ho capito di cosa si trattava, mi sono chiesta che cosa ci facessi lì… Poi invece ho scoperto che uno degli sponsor del concorso, un istituto di moda milanese, avrebbe premiato la vincitrice con una borsa di studio per l’Italia.
Sono riuscita ad ottenere la borsa e, da lì in poi, la mia vita è cambiata completamente. Non appena arrivata a Milano, mi è subito venuta voglia di tornare a casa. Lasciare il mio paese non faceva parte dei miei piani, eppure ora mi sento più a casa qui che in India, così caotica e alle volte persino soffocante. Lavoro come stilista da quasi due anni, e mi sento una via di mezzo, tra migrante e milanese.

dal sito iamamigrant.org