La Verna, “Donne e uomini tra Antico e Nuovo Testamento”

di | 1 Ago 2010

dal sito www.chiesacattolica.it della Chiesa Cattolica Italiana
Dal 1 al 7 agosto 2010 si terrà a La Verna, Arezzo, presso la foresteria del Santuario francescano, il XVI Corso per Animatori Biblici sul tema: “Donne e uomini tra Antico e Nuovo Testamento in cammino verso Cristo”.
Il Corso, promosso dal Settore Apostolato Biblico dell’UCN-CEI e dall’ABI, si articolerà in un ciclo di 5 anni ed il secondo verterà su Mosè e Gesù. Relatori saranno: Mons. Rinaldo Fabris (Presidente ABI), Don Marco Mani (coordinatore del corso), Don Carmelo Sciuto (Aiutante di Studio dell’Ufficio Catechistico Nazionale), i biblisti e catecheti Don Nazareno Marconi (Città di Castello), Don Gioacchino Prisciandaro (Molfetta), Don Valentino Bulgarelli (Bologna). Essi presenteranno ai corsisti alcuni temi fondamentali riguardanti il rapporto tra il Legislatore antico e Gesù. Per Mosè sarà delineato il tema della sua dimensione profetica nell’Esodo, il suo rapporto con la Torà e l’Alleanza e la sua Pasqua. Per quanto riguarda Gesù si inizierà col tema del Vangelo del Regno di Dio, si passerà poi alla Legge e all’amore per concludere con la sua Pasqua.

Non si tratta di corso di pura esegesi, ma di formazione integrale – ovviamente nei tempi concessi – di animatori biblici diocesani (parrocchiali, comunitari)Se all’ncontro con il testo biblico sarà dato lo spazio maggiore, con le lezioni, vi sarà anche spazio per laboratori collegati al testo biblico studiato e informazioni specifiche sul progetto italiano di Apostolato Biblico e sul rapporto tra bibbia e pastorale. Al centro del corso sta la figura dell’animatore, i partecipanti al Corso, aiutati, ma non sostituiti dagli esperti. Per questo ognuno porterà materiale relativo alle esperienze di pastorale biblica e di animazione nel proprio ambito di vita! Tutto quanto avviene a La Verna, (luogo nel quale San Francesco ha ricevuto le Stimmate, manifestando così nel suo corpo il Vangelo della Passione): la preghiera con la Comunità Francescana e la conoscenza del Luogo aiuterà a vivere questa esperienza anche dal punto di vista spirituale. Lo stile di fraternità, l’ascolto e la celebrazione della Parola di Dio, l’Eucaristia e lo scambio di esperienze renderanno senza dubbio proficuo il corso pur nei limiti inevitabili.

Informazioni sul programma nel sito www.chiesacattolica.it/ucn