Nasce ufficialmente il governo Monti.

Nasce ufficialmente il governo Monti. Nel tardo pomeriggio di oggi i nuovi Ministri giureranno sulla Costituzione nella sala del Quirinale. Come anticipato nei giorni scorsi non ci sono politici nel nuovo governo Monti. L’augurio è che la formazione del nuovo esecutivo possa riuscire a stemperare la passione dei mercati. Per l’articolo 92 della Costituzione i ministri sono nominati con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Premier. Nei prossimi giorni i due rami del Parlamento saranno chiamati ad esprimersi sulla fiducia del nuovo governo: prima il voto del Senato poi della Camera. Monti ha incassato la disponibilità di parti sociali e imprese per un programma di rigore che rilanci la crescita. Da Confindustria, Cgil, Cisl, Uil e Ugl c’è una via libera a una azione di governo che tenti l’uscita della crisi.
* * * * * * * * * * * *
Il dopo Berlusconi. Napolitano ha affidato l’incarico al neo senatore a vita Mario Monti. Monti ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Napolitano l’incarico di formare il nuovo governo. Ad annunciarlo al termine di una giornata tutta dedicata alle consultazioni è stato il segretario generale del Quirinale Marra. “Intendo adempiere a questo compito con grande senso di responsabilità e di servizio verso il nostro Paese” ha affermato Monti al termine dell’incontro con il Presidente della Repubblica.
* * * * * * * * * * * *
Mario Monti nominato senatore a vita. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha nominato senatore a vita il Prof. Mario Monti che ha illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo scientifico e sociale. Il decreto di nomina è stato controfirmato dal Premier Berlusconi. Il Presidente della Repubblica ha informato il Presidente del Senato Renato Schifani. Mario Monti è professore di economia e Presidente della università Bocconi di Milano. E’ stato membro della Commissione Europea dal 1994 al 2004 ed è autorevolmente partecipe di numerose istituzioni europee ed internazionali. Monti è indicato tra i possibili candidati a ricoprire la carica di presidente del consiglio di un governo tecnico che subentri a Berlusconi le cui dimissioni sono previste dopo l’approvazione della legge di stabilità. Il Parlamento dovrebbe licenziare il provvedimento entro pochi giorni.
* * * * * * * * * * * *
Fai: si è costituito nella città di San Paolo del Brasile, il coordinamento delle Acli delle Americhe e dell’Oceania. Presenti alla costituzione di questo evento importante le seguenti delegazioni: Canada, Usa, Brasile, Argentina, Venezuela, Cile, Uruguai e Australia. Lo scopo di codesto Coordinamento internazionale è quello di “rafforzare la presenza delle Acli nella dimensione internazionale attraverso un più stretto coordinamento delle diverse realtà territoriali, soprattutto in questa stagione di crisi economica, sociale, finanziaria. In rappresentanza per l’Italia erano presenti il vicepresidente Michele Consiglio, responsabile Rete mondiale aclista, il segretario generale Fai, la Federazione delle Acli internazionale Vincenzo Menna, il vicepresidente delegazione del Patronato Acli Fabrizio Benvignati.
* * * * * * * * * * * *
Il Fondo monetario internazionale vigilerà sull’Italia insieme ad una commissione UE su come l’Italia raggiungerà i suoi obiettivi. E’ la stessa Italia ad averlo chiesto. La commissione metterà in atto un monitoraggio trimestrale negli impegni presi in merito a “riforme fiscali ed economiche”. La conferma è giunta da Cannes dove il Presidente della Commissione Europea Manuel Barroso ha sottolineato: “L’Italia ha deciso di chiedere all’Fmi di monitorare i propri impegni”. Un passo importante ha chiosato Barroso per Bruxelles. Tutte le discussioni con le autorità italiane si sono svolte in un clima disteso e sereno senza imporre nulla ed è stato sottolineato che la situazione dell’Italia è molto diversa da quella greca.
* * * * * * * * * * * *
È stata presentata nei giorni scorsi presso la UE a Bruxelles una lettera di intenti e di riforme strutturali, quali la crescita economica e la strategia di consolidamento fiscale. La UE ha accolto con favore i programmi proposti dal premier Berlusconi e attraverso la sua commissione ha invitato il Bel Paese a presentare un calendario programmatico operativo utile ad attuare le riforme. Un passo importante per l’Italia nella direzione delle riforme strutturali dell’economia nazionale.
* * * * * * * * * * * *
Terremoto in Turchia. Si temono 1000 morti. Un devastante terremoto ha colpito nei giorni scorsi la zona est della Turchia. Nella provincia montagnosa al confine con l’Iran, una zona sismica come tutta la Turchia già devastata in passato da grandi terremoti, sono crollati decine di edifici e si continua a scavare senza sosta nel tentativo di salvare gente intrappolata sotto le macerie. Si tende ad escludere che tra le vittime ci siano degli italiani. Offerte di aiuto sono giunte fra l’altro da Nato, Cina, Giappone, Usa, Israele.
* * * * * * * * * * * *
Banca d’Italia: nominato governatore Ignazio Visco. E’ stato nominato nei giorni scorsi il decimo governatore della Banca d’Italia. E’ Ignazio Visco. La candidatura di Visco è passata al vaglio del consiglio superiore della Banca d’Italia al termine della riunione ordinaria dell’organismo ma sull’esito non ci sono dubbi. Lo stesso consigliere anziano Blasi ha infatti anticipato il suo giudizio positivo nel nome che il premier Berlusconi ha anticipato al capo dello Stato e poi scritto nella lettera inviata, come da procedura, al consiglio.
* * * * * * * * * * * *
Italia: inchiesta su morte a Gheddafi. L’Italia auspica che venga fatta luce in tempi rapidi sull’esatta dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di Gheddafi e, oltre ad appoggiare un’eventuale indagine ONU, sosterrebbe il CNT qualora decidesse di avviare un’inchiesta interna.
* * * * * * * * * * * *
Obama saluta “inizio nuova era in Libia”. Dopo quattro decenni di dittatura brutale e otto mesi di una sanguinosa guerra il popolo libico può finalmente celebrare la sua libertà e l’inizio di una nuova era, ha affermato il presidente americano Obama in un messaggio ai libici. Ora che i combattimenti sono finiti il consiglio nazionale di transizione (CNT) deve volgere la sua attenzione alla futura transizione politica. Il presidente Obama afferma inoltre la volontà degli USA di essere al fianco delle autorità libiche che lavorano per prestare il paese alle prime elezioni libere e giuste. Inoltre Obama ricorda alla nuova leadership la necessità di portare avanti il suo impegno per il rispetto dei diritti umani a cominciare dal processo di riconciliazione nazionale, dalla messa in sicurezza di armi e materiali pericolosi, e dall’unificazione di tutti i gruppi armati sotto una unica leadership civile.
* * * * * * * * * * * *
Pakistan: morta lady di ferro dei Bhutto. E’ stata sepolta nel Pakistan meridionale Nusrat Bhutto, l’anziana vedova dell’ex ministro Zulfikar Ali Bhutto, morta nei giorni scorsi a Dubai dove viveva in esilio volontario.
* * * * * * * * * * * *
Tragedia a Sepang: morto Marco Simoncelli. Lutto nel mondo dello sport. Marco Simoncelli detto “Sic” è morto per le conseguenze del grave incidente nel quale è rimasto coinvolto sulla pista di Sepang nel Gp della Malaysia. Simoncelli, 24 anni, era giunto in arresto cardio circolatorio al centro medico della pista. La gara è stata sospesa.
* * * * * * * * * * * *
Indignati Usa: 130 arresti a Chicago. La manifestazione degli indignati in America contro l’avidità di Wall Street ha portato ad arresti in molte città americane, in particolare a Chicago, dove la polizia ha arrestato 130 persone. E’ stata una manifestazione pacifica, in un parco nel centro della città, ma all’ordine della polizia di sgombrare i manifestanti si sono rifiutati di andarsene, e in molti sono stati arrestati. Fermati anche a Philadelfia, Orlando, Cincinnati e Santa Ana in California.
* * * * * * * * * * * *
Argentina – Presidenziali: ha vinto Cristina. Cristina Fernandez de Kirchener è uscita trionfante dalle elezioni e si è concessa un bagno di folla nei giorni scorsi in Plaza de Mayo. Forte il distacco che ha avuto nel secondo candidato più votato, il socialista Hermes Binner, che si attesta attorno al 17%. L’opposizione è uscita a pezzi da questa votazione presidenziale.
* * * * * * * * * * * *
Vaticano: serve autorità mondiale sulla finanza. Il Vaticano chiede una “riforma del sistema finanziario e monetario internazionale” un’autorità pubblica universale che governi la finanza. Chiede “multilateralismo” non solo in diplomazia ma per “sviluppo sostenibile e pace”. Denuncia il rischio di una generazione di “tecnocrati” che “ignori il bene comune”. Il Vaticano chiede inoltre di tornare al “primato della politica” sulla economia e la finanza.
* * * * * * * * * * * *
Il Vaticano digitalizza manoscritti. L’operazione permetterà la consultazione via web. Entrano nel vivo i lavori per la digitalizzazione della Biblioteca Apostolica Vaticana dopo il positivo banco di prova su 23 degli 80 mila manoscritti da digitalizzare. La digitalizzazione permetterà la consultazione via web di tutti i manoscritti favorendo la consevazione perché garantirà la copia in alta definizione.
* * * * * * * * * * * *
Biennale: record di incassi e visitatori. Quest’anno doppio record alla Biennale di Venezia sia per visitatori che per incasso. Nell’ultimo fine settimana ha registrato un afflusso super di visitatori per il settore Arte e per incassi. La Biennale Arte ha raggiunto 335 mila unità al totale a un mese dalla chiusura. Per la prima volta sul fronte economico, le entrate proprie della Biennale hanno raggiunto il 50% delle entrate complessive.
* * * * * * * * * * * *
Festival Internazionale del Film di Roma: 27 ottobre – 4 novembre 2011. Il poker italiano del film in corsa per il Marco Aurelio d’oro arrivato alla sesta edizione del festival internazionale del film di Roma ha nel suo dna famiglia e ricordo. A giudicare i 15 film in concorso ci sarà la giuria guidata da Ennio Morricone.
* * * * * * * * * * * *
Gran Bretagna: cambiare cognome si può e costa poco. Vanno forte quelli dei divi, ancora meglio quelli che garantiscono anonimato. L’ultima follia britannica: il cambio di cognome. Costa 33 sterline, poco, ed è facile al punto che lo scorso settembre il numero delle persone che si è cambiato le generalità è aumentato del 30% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Tra le ragioni che inducono alla modifica sono i divorzi e le bancarotte. C’è l’immigrato che anglicizza il proprio cognome e mariti e mogli che fondono i rispettivi cognomi per dare un segno concreto del loro impegno di coppia. Un piccolo numero di richieste è in omaggio allo star system.
* * * * * * * * * * * *
In rete 53% della popolazione italiana. Internet in Italia è usato dal 53% della popolazione di cui circa la metà tra i 24 e i 29 anni e fra le attività principali in rete c’è la ricerca delle notizie. La lettura dei giornali on line e di news ha raggiunto nel 2009 il 47% fra le attività più frequenti.
* * * * * * * * * * * *
Il 12% delle aziende sotto 10 dipendenti ha un sito. Tra le imprese con meno di 10 dipendenti solo il 12% ha un sito internet. Di questa percentuale solo il 7% lo aggiorna regolarmente. Quelle tra 20 e 50 dipendenti hanno un sito nel 45% dei casi e, tra quelle che lo hanno, solo una su dieci circa lo aggiorna con regolarità.

Post Comment