India – Due militari italiani in carcere.

India – Due militari italiani in carcere. A quasi una settimana dall’incidente dell’Erica Lexie, il governo italiano finalmente compie il primo passo tangibile. La Farnesina ha inviato un’informativa alla Procura di Roma, che ha aperto un fascicolo e valuta l’invio di rogatorie. Il sottosegretario agli Esteri De Mistura è in missione in India per avviare un negoziato sui due marinai in stato di fermo. La tensione tra i due Paesi è ancora alta. I due marinai italiani, accusati dell’omicidio di due pescatori indiani, rischiano la pena di morte.
* * * * * * * * * * * *
E’ morto RENATO DULBECCO Premio Nobel 1975 per la medicina. Pioniere delle ricerche sulla genetica del cancro. Nato a Catanzaro nel 1914, dopo la laurea in medicina e studi in Fisica, Matematica, Chimica, lasciò l’Italia per gli Stati Uniti di America. Nel 1995 isolò il primo mutante del virus della poliomelite che in seguito servirà a Sabin per la preparazione del vaccino.
* * * * * * * * * * * *
Tre italiani morti in Afghanistan in un incidente. Tre italiani, militari in Aghanistan, sono morti in seguito ad un incidente nei pressi della località Shindand. Il mezzo sul quale viaggiavano “un lince” si è ribaltato attraversando un fiume. I militari appartengono al 66esimo Reggimento fanteria Trieste che ha sede a Forlì. Nell’incidente sarebbe rimasto ferito un altro militare trasferito poi all’ospedale militare (Role2) di Shindand per ipotermia. Le sue condizioni non dovrebbero destare preoccupazioni. I tre militari sono le prime tre vittime del 2012 morti  in Afghanistan. Le tre vittime sono il caporal maggiore capo Francesco Curro di 33 anni di Messina, il primo caporal maggiore Francesco  Paolo Messineo 29 anni, di Termini Imerese, il primo caporal maggiore Luca Valente di 29 anni di Miggiano (Lecce).
* * * * * * * * * * * *
Corte dei Conti: illegalità e corruzione notevolmente presenti nel Paese. “Illegalità, corruzione e malaffare sono elementi ancora notevolmente presenti nel Paese e le cui dimensioni, presumibilmente, sono di gran lunga superiori a quelle che vengono, spesso faticosamente, alla luce”. Lo ha dichiarato il Presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. L’evasione Iva in Italia è tra i primi posti in Europa, superata solo dalla Spagna. Per la sola imposta sul valore aggiunto per l’Italia si evidenzia un tax gap superiore al 36%. Il presidente Giampaolino ha poi ricordato che il 2011 “sarà ricordato nella storia della finanza pubblica italiana, per la severità della situazione economica e per l’affanno con il quale i governi hanno rincorso i rimedi necessari a fronteggiarla e ad arginarne gli effetti più devastanti”.
* * * * * * * * * * * *

Italia in recessione: Pil in calo nel IV trimestre (-0,7%).
Nel quarto trimestre 2011 il Pil è diminuito dello 0,7% sul trimestre precedente e dello 0,5% rispetto al IV trimestre del 2010. E’ quanto rende noto l’Istat. Il quarto trimestre 2011, continua l’Istat, ha avuto tre giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e due giornate lavorative in meno rispetto al trimestre 2010. Il risultato congiunturale complessivo è la sintesi di dinamiche settoriali del valore aggiunto, positive per l’agricoltura, negative per l’industria, sostanzialmente  stazionarie per i servizi. Nello stesso periodo il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli USA mentre è diminuito dello 0,2% nel Regno Unito e dello 0,6% in Giappone. Si fa notare che il 2011 ha avuto tre giornate lavorative in meno rispetto al 2010: la crescita acquisita per il 2012 è pari a -0,6%.
* * * * * * * * * * * *
Eternit: condanna storica. Sedici anni per disastro doloso ai due proprietari. Si tratta di un processo unico nella storia. Condannati un miliardario svizzero e un nobile belga, sotto accusa c’è l’amianto, un minerale che nell’ultimo secolo è stato impiegato per proteggere le case dal calore, dal rumore, isolare caldaie, costruire i freni delle auto, potenziare vernici. Un’industria che ha dato da vivere a decine di migliaia di persone in tutto il mondo, ma che alla fine ha provocato una strage perché le fibre si sono rivelate un Killer che non perdona. Lo svizzero Schmidheiny e il belga De Cartier sono stati condannati a 16 anni di reclusione per disastro doloso e omissione dolosa di misure antinfortunistiche. Disposto un risarcimento di 95 milioni. I dati emersi dal processo indicano 1830 morti per aver respirato il micidiale polverino d’amianto e altre 1027 parti civili per persone colpite da asbestosi o altri mali.
* * * * * * * * * * * *
Olimpiadi 2020: No di Monti a candidatura Roma. Il premier Monti ha incontrato il Sindaco di Roma Alemanno, i presidenti del Comitato promotore Letta e Pescante, il presidente del Coni Petrucci. Il progetto olimpico ha registrato il sostegno di quasi tutti i partiti e di tutto il mondo economico. Il no da parte del premier è scaturito dal fatto che ci sono tanti rischi dietro l’angolo: troppe incognite, occorrerebbero troppi fondi pubblici in un momento così difficile per il Paese.
* * * * * * * * * * * *
Appello Unicef per proteggere i bambini in Siria. Quasi 11 mesi di violenze in Siria hanno causato la morte di 400 bambini. Ci sono notizie di bambini che sono stati arrestati arbitrariamente, torturati e abusati sessualmente durante la detenzione. Negli ultimi mesi, ci sono stati altri forti bombardamenti da parte delle forze di governo su quartieri civili nella città di Homs. L’Unicef non ha accesso alle aree colpite di Homs e non può confermare l’impatto degli attacchi ma ci sono rapporti credibili, inclusi quelli della stampa, su bambini catturati durante gli scontri.
* * * * * * * * * * * *
Bamboccioni, mammoni, sfigati. Parole di ministri abbaianti, sì parliamo dei ministri del Governo in carica. Invece che pensare a ben più tragici scenari (non alludiamo solo alla giunta comunale di Roma) e a ricercare delle adeguate via d’uscita, costoro disquisiscono usando epiteti fuori luogo, già abusati dal compianto Padoa Schioppa. Vi preghiamo, Signori e Signore del Governo, fate i ministri e non i minestroni, pensate a giustificare “i ben remunerati posti fissi” dei vostri figli. Bisogna abbattere la cultura sbagliata del posto fisso, bene, allora usate il tatto del farvi capire senza usare obsoleti slogan che mortificano ulteriormente giovani e famiglie; cercate invece di prodigarvi a creare condizioni occupazionali.
* * * * * * * * * * * *
Disoccupazione di dicembre 2011 sale all’8%: top dal 2004. L’Istat rileva dai dati del dicembre scorso che il tasso di disoccupazione nel mese di dicembre è stato dell’8,9%. Lo ha reso noto l’Istat precisando che si tratta di un dato molto più alto rispetto al passato. Inoltre il tasso di disoccupazione giovanile pari al 31,0% (in diminuizione di 0,2 punti percentuali) è ridotto rispetto a fine 2011.
* * * * * * * * * * * *
L’economia italiana segna un calo dell’1% per l’anno 2012 secondo la stima dell’agenzia di rating Moody’s per il reddito disponibile delle famiglie italiane. Nel frattempo il tasso di disoccupazione dovrebbe salire a una media dell’8,8% dal 8,2% per l’anno 2012. Pertanto il decreto salva-Italia ridurrà il reddito delle famiglie attraverso un taglio dei trasferimenti e un aumento delle tasse. Problemi di crescita ci saranno anche per la Spagna tanto che il premier spagnolo Rajoy ha fatto sapere che il Paese non raggiungerà gli obiettivi di crescita fissati per l’anno 2012. Pertanto è necessario presentare un nuovo quadro macro economico senza però precisare se questo cambiamento nelle previsioni avrà un impatto sul piano di risanamento dei conti pubblici.
* * * * * * * * * * * *
E’ morto Oscar Luigi Scalfaro, presidente della Repubblica dal 1992 al 1999. Di lui, come politico, ricordiamo uno schiaffo ad una signora con la schiena scoperta (fatto che ispirò Federico Fellini per il film “Boccaccio 70”) e, come Presidente, il non aver mai rendicontato i quattro miliardi totali presi dallo Stato (vedi vicenda Broccoletti) barricandosi dietro a un “non ci sto!”.
* * * * * * * * * * * *
Prima contestazione al Presidente Napolitano: un brutto segnale. Nei giorni scorsi a Bologna, ci sono stati disordini e cariche della polizia. Dopo un lancio di uova contro gli agenti, la Polizia ha caricato gli studenti che hanno contestato il Presidente Giorgio Napolitano a Bologna per ricevere la laurea honoris causa in relazioni internazionali. Tra gli studenti e la polizia c’è stato un contatto e diverse manganellate. Un cronista è rimasto ferito nei tafferugli. I manifestanti accusano il presidente Giorgio Napolitano di essere il “primo responsabile di un futuro segnato dalla precarietà”.
* * * * * * * * * * * *
Scatta il decreto sulle liberalizzazioni. La Pubblica Amministrazione paga 5,7 miliardi di euro di debiti. Il Presidente Giorgio Napolitano ha firmato il decreto sulle liberalizzazioni. Il testo firmato dal Presidente Napolitano arriva in Gazzetta Ufficiale e contiene anche qualche novità. La buona notizia è per le imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione. Il decreto stanzia 5,7 miliardi di euro per il pagamento di enti e ministeri. Parte di questi soldi verrà pagato in titoli di stato. L’iter del provvedimento partirà dal Senato e per questo il testo circola già per le vie brevi tra alcuni senatori. I 97 articoli confermano in gran parte le indescrizioni circolate il giorno del varo da parte del consiglio dei ministri, dalle norme sui taxi a quelle sulle farmacie, da quelle sui notai alla possibilità di creare srl da parte di giovani con un solo euro, dal gas alla rc auto.
* * * * * * * * * * * *
Un decreto per semplificare il fisco. Il governo sta preparando un pacchetto di misure per agevolare i rapporti tra il Fisco e i cittadini. La prima fase della semplificazione dovrebbe riguardare aspetti procedurali, così da rendere meno oneroso in termini di tempo e di pratiche il pagamento delle imposte. I modelli delle dichiarazioni dei redditi dovrebbero ridursi sia nel numero di pagine sia negli adempimenti. Tra qualche mese il governo intende tornare sul tema con delega fiscale: l’obiettivo è sfoltire le detrazioni e i regimi di favore per recuperare miliardi da usare per l’abbattimento del debito e, in prospettiva, per la riduzione delle aliquote sui redditi.
* * * * * * * * * * * *
Referendum, Consulta: bocciati perché non chiari e contaddittori. Nelle motivazioni la Corte Costituzionale sottolinea il rischio di vuoto legislativo che si sarebbe creato con l’abrogazione del Porcellum. I referendum sono stati bocciati dalla Consulta perché il quesito numero uno, relativo all’abrogazione del Porcellum avrebbe determinato un vuoto legislativo; il secondo per “contraddittorietà e per assenza di chiarezza”. Sono le motivazioni della Corte Costituzionale nel deposito della sentenza.
* * * * * * * * * * * *
Pakistan: ancora nessuna rivendicazione per l’italiano rapito a Multan, nella regione del Punjab. Il cooperante Giovanni Lo Porto è stato sequestrato insieme ad un tedesco. Un commando di uomini ha fatto irruzione nell’abitazione dove si trovavano i due operatori umanitari, in un’area della città considerata finora sicura. Lo Porto, 36 anni, di Palermo, è stato prelevato insieme ad un collega tedesco verso una destinazione ignota. I due sarebbero stati costretti ad indossare vestiti pakistani per non essere riconosciuti e passare inosservati. Con questo ultimo rapimento sale a sei il numero di occidentali sequestrati in Pakistan dallo scorso luglio.
* * * * * * * * * * * *
Costa Concordia – Attesa per il comitato tecnico. Il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2013 in relazione all’incidente della nave Concordia della società Costa. Con ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri è stato nominato commissario delegato il capo di dipartimento della Protezione civile, Gabrielli, che verrà affiancato da un comitato con funzioni consultive per integrare i sistemi di monitoraggio da terra e per monitorare l’eventuale fuoriuscita di carburante. Il dipartimento ha chiesto aiuto all’Agenzia spaziale italiana per avere immagini satellitari ad altissima risoluzione.
* * * * * * * * * * * *
Fmi: Lagarde accoglie bene la richiesta Italia su scelte politiche. “Il FMI può offrire un meccanismo di impegno per rendere perenni le buone politiche quando i finanziamenti non siano necessari. La domanda rivolta dall’Italia al Fmi perché questo realizzi un monitoraggio delle sue politiche è un buon esempio in questo senso”. Lo ha detto il Direttore Generale Lagarde.
* * * * * * * * * * * *
Merkel: il futuro è l’unione politica. Riportiamo alcuni passi importanti di una lunga intervista rilasciata dalla cancelliera tedesca ad alcuni quotidiani italiani e stranieri. In questa intevista la Merkel annuncia il suo punto di vista circa il futuro politico della Ue. Si è espressa dicendo che l’Europa è oggi una “orchestra disarmonica” e che nel lungo periodo dovrà ripensare le proprie istituzioni perché ci si avvicini in ogni settore politico”. “La mia visione politica” – spiega la Merkel – “è l’unione politica. Passo dopo passo dobbiamo avvicinarci in ogni settore politico. Ogni tema affrontato ai nostri confini interessa anche noi e viceversa. L’Europa è politica interna. Nel corso di un lungo processo trasferiremo sempre più competenze alla Commissione, che poi per le competenze europee funzionerà come un governo europeo. La seconda camera è costituita praticamente dal Consiglio con i capi di governo. Ed infine abbiamo la Corte di giustizia europea quale corte suprema.” Questo potrebbe essere l’assetto futuro dell’Unione.
* * * * * * * * * * * *

Divario salari-prezzi, è record dal 1995. Retribuzioni ai minimi.
Si allarga la forbice tra salari e prezzi, secondo rilevazioni Istat. Nel 2011 tra l’aumento delle restribuzioni contrattuali orarie e l’inflazione c’è un divario dell’1%, il più alto dal 1995. L’aumento su base annua dei salari, inoltre è il più basso dal 1999. E nel 2012 le retribuzioni, secondo le stime, cresceranno dell’1,4%. E’ in salita, inoltre, la media dei mesi di attesa per i lavoratori con il contratto scaduto. A registrare un aumento maggiore sono stati gli stipendi di militari e forze dell’ordine, mentre nessun aumento significativo per i dipendenti di scuola, ministeri e servizio sanitario nazionale.
* * * * * * * * * * * *
Agcom: nel 2011 sanzioni per 8,1 milioni. L’autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha concluso 346 procedimenti, in aumento rispetto ai 307 del 2010. Positivo il bilancio dell’attività svolta nel 2011 dell’Autorità per le garanzie delle comunicazioni a difesa dei consumatori per contrastare comportamenti scorretti e inadempienze degli operatori. Le principali violazioni contestate riguardano l’attivazione di servizi non richiesti dagli utenti, i disservizi relativi alle procedure di passaggio tra operatori tra i quali figurano in particolare i ritardi nella cessazione e nelle migrazioni dei servizi, la mancata fornitura del codice di trasferimento del servizio e la portabilità non richiesta di un’utenza mobile, l’illegittima sospensione del servizio e l’interruzione del collegamento telefonico senza fornire all’utenza il preavviso previsto dalle norme regolamentari. Nel 2011 l’ufficio del registro degli operatori di comunicazione ha concluso 20 procedimenti per mancate comunicazioni, per un totale di circa 250 mila euro.
* * * * * * * * * * * *
Banca del Mezzogiorno ha già aperto. Controllata al 100% dalle Poste (quindi dal Tesoro) è nella fase di test in 12 sportelli. Primi prestiti alle imprese fino a 50 mila euro, poi fino a 200 mila euro in accordo con le banche territoriali. Ma niente filiali, solo angoli negli uffici postali.
* * * * * * * * * * * *
Colosseo: indagine Procura e Corte dei Conti. Alemanno: “Follia, lasciate che il Colosseo sia restaurato”. La Procura della Repubblica di Roma e la Procura della Corte dei Conti, secondo quanto riferisce una nota della segreteria Nazionale della Uil Beni e Attività Culturali, indagano sull’accordo con la Tod’s per il restauro del Colosseo. La Uilbac aveva presentato un esposto nel marzo 2011. Il sindacato aveva chiesto di fare luce sulle eventuali responsabilità penali ed erariali in merito alla convenzione segreta per il restauro dell’Anfiteatro Flavio, di cui non risulta pubblicato ad oggi nessun documento da parte della gestione commissariale e dal Mibac.
* * * * * * * * * * * *
Ue: embargo petrolifero contro l’Iran. I Paesi della Ue avranno tempo fino al 1° di luglio per rescindere i contratti petroliferi in corso con L’Iran, mentre per i contratti di nuova fornitura lo stop sarà immediato: è l’accordo trovato tra i 27 paesi per imporre un embargo petrolifero contro l’Iran in risposta al programma di arricchimento nucleare di Teheran. Approvate anche sanzioni contro la banca centrale iraniana. Le sanzioni saranno graduali perché il mercato possa assorbire l’impatto.
* * * * * * * * * * * *
Siria: Assad respinge Piano Lega Araba per transizione. Il regime siriano ha respinto il piano della Lega Araba per l’avvio della transizione politica del Paese. La proposta prevede le dimissioni del Presidente Bashar al Assad a favore di un governo di unità nazionale guidato dal suo vice e da insediare entro due mesi. Una fonte di Damasco ha liquidato l’iniziativa araba come “un attacco alla sovranità nazionale e una ingerenza negli affari interni”. La Lega Araba ha deciso di prolungare di un mese la presenza in Siria degli osservatori, tra le critiche per scarsa efficacia nel porre fine alla repressione del regime.
* * * * * * * * * * * *
Reato negare genocidio armeno: in Francia è legge. Il Parlamento Francese ha dato il via libera definitivo alla legge che punisce chi nega il genocidio armeno durante la prima guerra mondiale in Turchia. La nuova legge prevede un anno di reclusione e 45 mila euro di multa per chiunque neghi o minimizzi in maniera oltraggiosa il genocidio degli armeni. Furiosa la Turchia. Il primo ministro turco ha definito la legge “discriminatoria e razzista”.
* * * * * * * * * * * *
Croazia: esito positivo del referendum su l’accesso alla UE. Il 66,24 % dei votanti si è pronunciato a favore dell’adesione alla Ue mentre il 33,17% è contrario. Ora si aspetta un processo di ratifica senza problemi da parte del Parlamento croato e dei parlamenti di tutti i Paesi membri, in modo che la Croazia possa diventare il 28esimo stato della Ue dal 1 di luglio 2013.
* * * * * * * * * * * *
G20 – Il Messico invita il Cile per la prima volta. Il Cile sarà uno dei paesi invitati al vertice del G20 che si terrà a Loa Cabos, in Messico, il 18 di e il 19 giugno. Santiago celebra la notizia con soddisfazione speciale. Le venti economie del mondo più importanti saranno chiamate a discutere delle forme di cooperazione delle politiche economiche per affrontare la crisi globale e dossier particolari legati ai temi della sicurezza alimentare, dello sviluppo sostenibile e della lotta contro la corruzione. L’economia cilena da alcuni anni è considerata una delle più toniche dell’America Latina.
* * * * * * * * * * * *
Pesca: arriva l’Iva sul gasolio. Mangiare pesce costerà di più. I costi dei carburanti aumentano e la contabilità dello Stato riacquisisce i fondi per affrontare la crisi del settore dovuta all’aumento del caro gasolio. Pescare costerà di più d’ora in avanti e di conseguenza costeranno di più i prodotti ittici. Per la prima volta i pescatori dovranno pagare l’iva sul gasolio e per le grosse imbarcazioni non è cosa di poco conto.
* * * * * * * * * * * *
Imprese. Cerved: oltre 12 mila fallimenti nel 2011. Superano quota 12 mila nel 2011 i fallimenti di imprese italiane, in aumento del 7,4% rispetto al 2010. Si tratta del massimo registrato da quando è stato riformata la disciplina fallimentare nel 2006. Durante il 2011 i fallimenti sono aumentati in tutte le forme giuridiche, con una crescita più sostenuta tra le società di capitali rispetto alle altre forme giuridiche.
* * * * * * * * * * * *
Ocse – Meno disuguaglianze uguale più crescita. L’Ocse chiede riforme del mercato del lavoro, del Welfare e dei sistemi educativi suscettibili per far crescere il prodotto interno lordo. Lavorare per colmare le differenze fra i ricchi e i poveri e allo stesso tempo, per accelerare la crescita economica. E’ la ricetta dell’Ocse delineata nel programma strutturale “going for Growth”: riformare il mercato del lavoro e quello fiscale mettendo l’accento su un sistema educativo ad alta qualità. L’Ocse spiega anche che i programmi educativi per gli immigrati e le fasce più svantaggiate della popolazione producono su lungo termine, per chi ne fruisce, effetti positivi in termini occupazionali e di reddito.
* * * * * * * * * * * *
Cinema: Moretti Presidente al festival di Cannes. Sarà l’attore e regista italiano Nanni Moretti il Presidente del 65° Festival cinematografo di Cannes, edizione 2012, in programma dal 16 al 27 maggio 2012. E’ stato annunciato dagli stessi organizzatori del festival.
* * * * * * * * * * * *
Italia-Venezuela: dalla Camera approvazione al riconoscimento dei titoli di studio. La Camera ha dato nei giorni scorsi via libera all’accordo italo-venezuelano per il riconoscimento dei titoli di studio. Un passaggio che permetterà di proseguire gli studi di istruzione superiore. L’accordo si completa con disposizioni che legano il passaggio alla conoscenza delle rispettive lingue e l’istituzione di una commissione incaricata di valutare la portata e i risultati dell’accordo. L’accordo è passato con 489 voti a favore e 4 astensioni.
* * * * * * * * * * * *
Danimarca: Metropolitana di fattura tutta italiana. La metropolitana di Copenaghen ha compiuto 10 anni. La tecnologia è tutta italiana ed è stata realizzata da Ansaldo STS ed operante con treni Ansaldo Breda. Per il suo raddoppio la commessa del valore di 2,8 miliardi di euro sarà italiana e le opere civili sono state assegnate ad un consorzio di imprese italiane sotto la guida della Società Salini Costruttori.
* * * * * * * * * * * *
Cultura. Istat: il 54% degli italiani legge il giornale una volta a settimana. Le famiglie italiane destinano ai consumi culturali il 7% della spesa complessiva per consumi finali. La propensione a svolgere attività culturali fuori casa è in generale più bassa nelle regioni centro meridionali rispetto a quelle del nord. Il divario più elevato si osserva per le visite ai musei e mostre.
* * * * * * * * * * * *
Londra pensa di vendere il Parlamento. Addio probabile del Parlamento Britannico? Il Big Ben si sta infatti inclinando come è avvenuto per la torre di Pisa. E l’edificio di Westminster rischia incendi, black out elettrici, fino ad essere addirittura ingurgitato dal fango del Tamigi. Alcuni deputati propongono la vendita del Palazzo per evitare ai contribuenti la spesa di un miliardo di sterline per la sua ristruttarazione. Nei prossimi giorni potrebbe esserci questa difficilissima scelta a favore dei russi o dei cinesi.

Post Comment