E’ François Hollande il Presidente della Repubblica Francese

Hollande che succede a Nicolas Sarkozy è il settimo Presidente e il secondo Presidente socialista della storia della Repubblica Francese dal Dopoguerra ad oggi. E’stato eletto con il 59,9% dei voti.
Vediamo cosa si è proposto di fare.
 
Sulla finanza pubblica: per raggiungere l’equilibrio di bilancio nel 2017, punta ad una riforma fiscale che prevede un’aliquota superiore al 45% per i redditi superiori ai 150 mila euro e un’aliquota del 75% per i redditi oltre il milione di euro, nonché l’abolizione dei regali fiscali e gli sconti ai più ricchi e alle grandi aziende. La manovra dovrebbe portare un gettito di 29 miliardi di euro.

Sui giovani: 60.000 mila nuove assunzioni nell’istruzione e non riguarda solo gli insegnanti ma anche altri mestieri educativi.

Europa: aggiunta della dimensione della crescita al trattato europeo di bilancio.

Sulle pensioni: riportare l’età pensionabile a 60 anni ma solo per chi ha versato il 41,5% di contributi.

Sulla Famiglia: sì ai matrimoni gay e all’adozione da parte dei gay.

Sull’eutanasia: chi è maggiorenne, in fase avanzata o terminale della malattia potrà chiedere un’assistenza medica per finire la propria vita.

Sul nucleare: entro il 2025 riduzione progressiva della quota del nucleare nella produzione di elettricità dal 75% al 50% con chiusura di venti reattori.

Sull’Immigrazione: indispensabile una limitazione dell’immigrazione economica e sul voto, tutti gli stranieri possono votare nelle elezioni locali.

E infine lo stop al cumulo dei mandati per i parlamentari e rafforzamento del decentramento amministrativo e politico.
 

Post Comment