L’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti 2013

dal sito www.esteri.it del Ministero degli Affari Esteri
 
La scelta di istituire il 2013 quale Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti rappresenta una grande opportunità per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale e scientifico e per la promozione del Sistema Paese sia nella sua componente culturale sia in quella produttiva costituita dal Brand Italia.

Ricerca, scoperta e innovazione

Il filo conduttore dell’Anno sarà rappresentato dal tema “ricerca, scoperta e innovazione”: l’obiettivo consiste infatti nel presentare l’Italia come Paese all’avanguardia nella modernità innovativa, nella scienza e nelle produzioni di qualità, che trae la sua attuale eccellenza dalle radici profonde di una cultura millenaria e che in ogni passaggio di mutazione nel sapere appare sempre capace di cogliere le sfide del presente e del futuro.

È in fase di definizione un ricco calendario di eventi di qualità, rappresentativo del meglio del nostro Paese e adeguato alle alte aspettative del popolo statunitense. La cultura e l’identità italiane saranno promosse, presentate e declinate in tutte le aree che caratterizzano, ieri come oggi, la nostra tradizione: Arte, Musica, Teatro, Patrimonio architettonico e paesaggistico, Cinema, Letteratura, Scienza, Design, Moda, Cultura politica, giuridica ed economica, Cultura alimentare.

Gli appuntamenti in calendario per l’“Anno” si svolgeranno, in collaborazione con l’Ambasciata a Washington DC, i Consolati Generali e gli Istituti Italiani di Cultura, in diverse città distribuite dall’East alla West Coast: Washington DC, New York, Los Angeles, San Francisco, Houston, Chicago, Philadelphia, Boston, Detroit, Miami e altre.

Sponsorizzazione dell’iniziativa

Le Aziende che fossero interessate ai valori e agli obiettivi dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti e che desiderassero legare il proprio brand a questa occasione, potranno ricorrere a diverse forme di partecipazione cui corrisponderanno diverse forme di ritorno in termini di visibilità e immagine: membership, partnership, sponsorship e coproduction.

Altre forme di partecipazione potranno essere definite dalle imprese interessate nei contatti con il Ministero, l’Ambasciata d’Italia a Washington, i Consolati Generali e gli Istituti di Cultura negli Stati Uniti.

La gestione della sponsorizzazione nelle sue diverse modalità sarà regolata fra le parti mediante la sottoscrizione di un apposito contratto. Le proposte per contratti di sponsorizzazione da sottoscrivere con l’Ambasciata d’Italia a Washington, con gli Uffici consolari o con gli Istituti di Cultura potranno essere presentate entro il 15 settembre 2012, in funzione della natura della partecipazione o del luogo degli eventi, all’ufficio sotto indicato.

Per ulteriori informazioni sulla programmazione, sulle modalità di partecipazione e di presentazione delle offerte e sulle modalità contrattuali ci si può rivolgere ai seguenti uffici:

Ministero degli Affari Esteri
Piazzale della Farnesina, 1
00135 Roma
Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese – Ufficio IV:

Gloria Bellelli – gloria.bellelli@esteri.it
+ 3906-3691-2216

Francesco Corsaro – francesco.corsaro@esteri.it
+3906-3691-4062

Angelo Piero Cappello – angelo.cappello@esteri.it
+3906-3691-4724

Angelo Gioè – angelo.gioe@esteri.it
+3906-3691-3449

Marina Lenza – marina.lenza@esteri.it
+3906-3691-2857

Ambasciata d’Italia, Washington
3000 Whitehaven Street, NW
20008 Washington DC

Antonio Bartoli – antonio.bartoli@esteri.it
+1 202 612 4478

Renato Miracco – renato.miracco@esteri.it
+1 202 612 4407

Domitilla Gacci – domitilla.gacci@esteri.it
+ 1 202 612 4426

APPROFONDIMENTI

Linee guida e aree tematiche
Come partecipare
Ambasciata d’Italia, Washington

Post Comment