Altri 94 morti a Lampedusa. Il Papa: è una vergogna!

Tragedia al largo di Lampedusa. Un barcone di migranti è naufragato a circa mezzo miglio dell’Isola dei Conigli. Centinaia di persone sono cadute in acqua, tra le quali una trentina di bambini e tre donne incinte. E’ stata una strage. La Guardia costiera ha recuperato 94 cadaveri, compreso quello di una donna incinta e di due bambini, un maschio e una femmina. Altri cadaveri sono stati avvistati in mare. Le persone tratte in salvo sono 151. Secondo le testimonianze sul barcone viaggiavano circa 500 persone, quindi al momento i dispersi sono oltre 250. Secondo la ricostruzione il barcone, si è rovesciato a poca distanza dalla riva e ha preso fuoco. L’allarme è stato dato dall’equipaggio di due pescherecci che transitavano nella zona. 

IL PAPA: VERGOGNA – Il pontefice interviene prima con un tweet: «Preghiamo Dio per le vittime del tragico naufragio a largo di Lampedusa». Poi, parlando a braccio: «Viene la parola vergogna: è una vergogna!», dice. «Parlando di pace, parlando della inumana crisi economica mondiale, che è un sintomo grande della mancanza di rispetto per l’uomo, non posso non ricordare con grande dolore le numerose vittime dell’ennesimo tragico naufragio avvenuto oggi al largo di Lampedusa»

 

Post Comment