La via Emilia ferita dal terremoto riprende la marcia

Nei mesi appena successivi al sisma i lavoratori in cassa integrazione a causa del terremoto erano 41.335, mentre oggi, dopo appena un anno e mezzo, sono poco più di duemila.
A Mirandola è stata poi pianificata l’apertura di un Istituto tecnico superiore per le nuove tecnologie sulla vita, così come di uno specifico tecnopolo biomedicale che conterrà un laboratorio tecnologico, un laboratorio di biologia cellulare e un laboratorio chimico tossicologico.

Post Comment