Rifiuti, la Corte europea condanna il Lazio: inadempienze per le discariche

La Corte europea riconosce la validità della documentazione presentata dalla Commissione Ue e dichiara l’Italia inadempiente per le discariche di Roma (Malagrotta, Colle Fagiolara, Cupinoro, Montecelio-Inviolata e Fosso Crepacuore) e delle due discariche del SubAto di Latina ubicate a Borgo Montello. Secondo i giudici, al primo agosto 2012 (scadenza del termine stabilito nella procedura di infrazione della Commissione) il trattamento dei rifiuti in Lazio era inadeguato e chiede che l’Italia si conformi. «La condanna della Corte Ue nei confronti dell’Italia per il trattamento inadeguato dei rifiuti in alcune discariche del Lazio è relativa al 2012, e che con l’attuale Giunta Zingaretti si è provveduto a innovare profondamente il ciclo dei rifiuti della regione. Dal mese di Aprile 2013 a Roma e nei mesi successivi in tutta la Regione, infatti, non c’è un grammo di rifiuti che non sia trattato secondo le direttive dell’Unione europea e la normativa nazionale». Lo rende noto l’ufficio stampa della Regione Lazio.

 
Immagine dal sito noamiantoamontichiari.blogspot.it



 

Post Comment