Eccellenza Calabria

Bronzi di Riace
                            Bronzi di Riace

Nei giorni scorsi a Roma presso il Palazzo dell’Informazione, il Censis e l’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria hanno presentato il progetto “Big Data e Social Network per Istruzione e Cultura in Calabria”. Dalla ricerca è emerso che la Calabria si posiziona al top di tutte le regioni europee per il patrimonio culturale disponibile. Il capitale culturale della Calabria comprende 13 siti archeologici e complessi monumentali individuati dal Ministero dei Beni Culturali , 280 tra musei, archivi e collezioni, 414 biblioteche, 186 sale teatrali. Inoltre può contare su 354 sedi di scuole superiori di secondo grado e 646 beni vincolati. Ma solo il 15% dei comuni calabresi ha una libreria ed appena il 6% dispone di una sala cinematografica. La regione ha 10 fra i borghi più belli d’Italia, 3 borghi e ben 159 centri storici autentici.
La conoscenza effettiva del patrimonio culturale da parte della popolazione locale e da parte dei visitatori che scelgono la Calabria come meta turistica è ancora ben al di sotto di quanto ci si potrebbe aspettare. I dati risultanti dallo studio evidenziano che lo scorso anno, vi è stato un afflusso solo di 195mila visitatori di musei e siti archeologici. I dati provvisori del 2014 sono più confortanti, quasi solo con la sala dei Bronzi di Riace, nei primi 8 mesi dell’anno ci sono stati 155mila visitatori, fine anno 2014 si potrebbero raggiungere le 240mila presenze e con il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria integralmente riaperto, con i nuovi spazi e allestimenti e l’esposizione della sua collezione, nel 2015 si potrebbe arrivare a 300mila visitatori. Invece con 1,3 milioni di presenze è stata altissima la partecipazione agli eventi culturali, organizzati 26 festival specializzati, alcuni di valenza internazionale, dalla letteratura al teatro, dalla lirica al jazz, dalla pittura alla fotografia.
Incisiva è stata la comunicazione sul web del patrimonio culturale calabrese. Il 57% delle oltre 3.000 citazioni sul web hanno riguardato i beni culturali della Calabria, periodo agosto-settembre 2014, si sono osservati i musei e le aree archeologiche, i monumenti. A seguire troviamo il 24% per i parchi e le riserve naturali, l’11% sui teatri. Tra le fonti maggiormente utilizzate per le segnalazioni sui beni culturali calabresi, predomina Facebook con il 60%.
La Calabria si trova ai primi posti in Italia nella lettura di e-book. Con il 43% a livello nazionale della popolazione di 6 anni e oltre, ha letto almeno un libro nell’ultimo anno, mentre in Calabria la percentuale scende al 29,3%. Negli ultimi tempi la regione è risalita di qualche posizione, ma il divario rimane sempre ampio rispetto alla regioni del Centro – Nord. La popolazione calabrese arriva ai primi posti della classifica nazionale se si considera il numero di utenti di Internet che hanno letto o scaricato un e-book.

Immagine dal sito www.iltempo.it

di Sabrina Corradi

Post Comment