Lo StraPaese

 
Elaborazione Immagine di Carla Morselli

Svolte epocali.
Anche io ho il dubbio privilegio di assistere ad eventi straordinari , attribuendo a tale aggettivo il significato “del non succedere facilmente” e scrivo solo di avvenimenti accaduti nel Nostro Paese.
Tre Papi non Italiani , un Papa che si “rifiuta”, l’assassinio di Aldo Moro, una richiesta di impeachment per l’allora Presidente della Repubblica Cossiga , la loggia massonica P2 , l’inchiesta “mani pulite” , la fine della Dc e del Psi e dei partiti storici (tranne il Pci ), le stragi , l’uccisione dei Giudici Falcone e Borsellino , il tramonto delle gerarchie Pci>DsPds>Pd , ascesa e declino di Berlusconi , Prodi e l’Ulivo , il tramonto dei Sindacati, il fallimento progressivo del decentramento regionale tra corruzione e incapacità , tra i tanti fatti che mi vengono in mente alla rinfusa.
Nei giorni scorsi l’interrogatorio in Quirinale del Presidente novantanne Napolitano da parte dei Giudici della Procura di Palermo sulla presunta trattativa Stato-mafia è l’ennesimo episodio di un ormai tortuoso percorso della democrazia italiana.
Si sta affermando una scuola di pensiero secondo la quale “chi comanda” avrebbe da tempo esautorato le istituzione e avrebbe scelto residenza estera. Secondo altri , “presunti manipolatori” indosserebbero abiti da banchieri , finanzieri e grandi imprenditori .
Un dato che non ha bisogno di commenti è la perdità di gravità della industria italiana a vantaggio di predoni che si stanno accaparrando le migliori energie imprenditoriali del Paese , pubbliche e private, riducendo il nostro potere contrattuale nazionale.
Penso alle 108 acquisizioni fatte da multinazionali estere in Italia dal 2011 (secondo i dati elaborati dalla società di consulenza Kpmg ):
si va da Bulgari finita al colosso mondiale del lusso Lvmh di Bernard Arnault per 4,15 miliardi di euro circa. La famiglia Bulgari è entrata nel cda francese ma nessun gruppo del lusso italiano ha rilanciato.
La Parmalat, secondo gruppo agroalimentare italiano finito ai francesi di Lactalis per 3,7 miliardi di euro.
Sempre nel lusso sono passati a società francese la società abruzzese Brioni acquisita dalla Pinault Printemps Redoute (Ppr) e Moncler, dov’è entrata con il 45 per cento la finanziaria Eurazeo.
E ancora parte di Alitalia agli arabi di Etihad, la compagnia di Abu Dhabi, i treni di Ansaldo Breda messi ufficiosamente in vendita da Finmeccanica e con la francese Alsom possibile interessata insieme ai canadesi di Bombardier; la maison Valentino cui sarebbero interessati gli spagnoli di Puig
E che dire delle acquisizioni dei Cinesi di Bank of China, la più grande banca del mondo.
Da soli posseggono il 2% di Fiat ed è azionista anche in Telecom,
Prysmian, Eni, Enel e Generali.
Questo un sintetico quadro comunque in evoluzione.
Dunque , nei momenti di incertezza politica , tutto si svende…
Non facciamo confonderci le idee ,questa situazione non è la tanto condivisa (erroneamente) globalizzazione ma colonialismo.
Questa conclusione , non vuole essere una ipocrita posizione di nazionalismo facile , bensì l’amarezza piena per la nostra scarsa capacità di fronteggiare le aggressioni commerciali per conservare posti di lavoro e produrre ricchezza .
Speriamo che il Premier Renzi ce la faccia a riportare il Paese a livelli competitivi ma prima dovrà realizzare le Riforme , annunciando di meno e portando in approdo i decreti attuativi .
Certo non ha vita facile .
Bene fa a togliere “vizio ideologico” a i partitini , ai sindacati e agli imprenditori “vorrei ma non posso “di far finta di fare i santi liberatori per camuffare rispettivi e consolidati sistemi di potere, si pensi solo alle gestioni dei Caf…quante perplessità e tasse non pagate con la scusa dell’associazionismo…
Il Premier dovrà pero pur dialogare senza peli sulla lingua , con la compostezza dell’Uomo di Stato; farebbe bene a prendere le distanze da certi suoi amici boy scout al Governo e “banchieri chiacchieroni da Leopolda ” e da taluni consiglieri dell’ultima ora.
Renzi ha però compreso la vocazione conservatrice della maggioranza degli Italiani e ci si adatta con i provvedimenti sulle tematiche sociali.
Ormai nel Pd c’è una fase acuta di cannibalismo , stia attento a non rovinarsi lo stomaco con personaggi apparentemente digesti , il cui unico desiderio è essere collocati in posti di potere, Corte Costituzionale , docet…
 

Post Comment