Libia, liberato il medico Scaravilli

di | 10 Giu 2015

 

Il medico residente a Padova era partito come volontario prima di Natale. Ne era stata denunciata la scomparsa a gennaio. La Farnesina: è a Tripoli e sta bene

PADOVA Ignazio Scaravilli, il medico padovano rapito in Libia a gennaio, è stato liberato. Lo hanno confermato fonti del ministero degli Esteri. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo, 65 anni, sarebbe stato liberato circa una settimana fa con il concorso delle autorità libiche e sarebbe in buone condizioni di salute. Scaravilli è a Tripoli, in attesa di rientrare in Italia. Il medico è un ortopedico specializzato di origine catanese, risiede a Padova dove lavora. Prima di Natale, era partito per l’ospedale di Dar Al Wafa, nella zona di Suq Talat, come volontario. Erano stati i suoi colleghi siciliani con cui era partito per la Libia a segnalare il mancato rientro nel luogo dove viveva a conclusione di un turno di lavoro all’ospedale