Francia, l’Italia distingua migranti da irregolari

La UE invita alla verifica per Schengen. Il ministro francese Kazeneuve: “non abbiamo bloccato le frontiere”. Per Alfano: “distribuire gli arrivi in tutta Europa”.
La UE: “non siamo a conoscenza del piano B del premier italiano Renzi”.
Il Portavoce del commissario UE ha fatto presente che la Commissione Europea sta verificando la situazione prodotta “da controlli alle frontiere di Francia, Austria e Svizzera e ricordando che tutti devono rispettare le regole di Asilo politico ed il trattato di Schengen”.
La Francia intanto respinge le accuse dall’Italia affermando che la Francia non ha bloccata nessuna frontiera. Anche l’Austria respinge tale accusa e ha sottolineato che è un problema che riguarda l’Italia se lascia transitare persone sprovviste di documenti validi verso altri Paesi della UE.
Una presa di posizione decisa contro la politica dei respingimenti messa in atto dalla Francia arriva intanto dalla Conferenza Episcopale Francese.
                                                                            (Ndr)

Immagine dal sito www.repubblica.it

Post Comment