Servizio Civile: uno strumento per aiutare

dal sito www.beniculturali.it del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

     Il Servizio Civile Nazionale, istituito con la legge 6 marzo 2001 n. 64 è destinato a tutti i cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 28 anni, nasce con l’obiettivo di raggiungere le seguenti finalità (ART. 1):

a) concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari;
b) favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale;

c) promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli;
d) partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, anche sotto l’aspetto dell’agricoltura in zona di montagna, forestale, storico-artistico, culturale e della protezione civile;
e) contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all’estero.

     Il Servizio Civile Volontario è una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

     Il Servizio offre ai giovani interessati la possibilità di dedicare 12 mesi della propria vita a se stessi e agli altri, maturando un’esperienza qualificante, spendibile nel corso della vita lavorativa e assicurando una sia pur minima autonomia economica.

     Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai settori: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, servizio civile all’estero.

 

 

Post Comment