SIRIA: VIDEO REALIZZATO CON UN DRONE MOSTRA LA DEVASTAZIONE DI HOMS

Screenshot-del-video-realizzato-homs-siria-con-un-drone-e-diffuso-da-russia-works - www-ibtimes-com - 350X200

Siria: video realizzato con un drone mostra la devastazione di Homs

 

Un video realizzato con un drone e diffuso nei giorni scorsi mostra con chiarezza disarmante la devastazione di Homs, fino a poco tempo fa uno dei principali centri industriali della Siria. Oggi, dopo cinque anni di guerra civile, è di fatto diventata una città-fantasma, con edifici ridotti a scheletri e praticamente nessuno per strada.

Il filmato è stato originariamente caricato su un canale YouTube gestito da Alexander Pushin, un cameraman russo che gestisce Russia Works, una società che si occupa di riprese con i droni che già in passato aveva diffuso riprese delle città siriane devastate dalla guerra civile.

Secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili, che risalgono al 2004, l’area metropolitana di Homs ospitava 750.000 abitanti, che ne facevano la terza più grande città siriana dopo Damasco e Aleppo. Le foto qui sotto mostrano come appariva Homs prima della guerra: il confronto con le immagini catturate dal drone è decisamente scioccante.

homs siriaPiazza Al-Shuhadaa nel centro di Homs, prima della guerra civile  Zozo2kx (PD), via Wikimedia Commons

homs siriaPanoramica di Homs (Siria) prima della guerra civile  Fahed Homs (CC BY-SA 4.0), via Wikimedia Commonshoms siriaUna strada di Homs (Siria) prima della guerra civile  Fahed Homs (CC BY-SA 4.0), via Wikimedia Commons

Nel corso della guerra civile quella che una volta era conosciuta come Emesa è diventata una delle roccaforti dell’opposizione al governo di Bashar al-Assad, tanto da guadagnarsi il soprannome di “capitale della rivoluzione”. Per questo motivo il governo ha lanciato una pesante offensiva tra il 2011 e il 2012, le cui conseguenze sulla città sono ben evidenti nel video girato col drone.

Soltanto a dicembre dell’anno scorso, grazie ad una tregua negoziata con la mediazione delle Nazioni Unite, gli ultimi combattenti anti-governativi che si trovavano bloccati a Homs hanno avuto la possibilità di abbandonare la città, ritornata così ufficialmente sotto il controllo delle truppe fedeli ad Assad.

dal sito it.ibtimes.com