La morte di un grande Campione

Johan Cruijff
                            Johan Cruijff

La morte di un grande Campione

La stella del calcio olandese ed europeo, la leggenda Cruijff il 24 di marzo a causa di un tumore ai polmoni ha chiuso la sua partita. La morte di Cruijff , icona del calcio ha gettato un velo di tristezza. Un esempio sia come uomo e calciatore. Il 24 marzo di 40 anni fa in Argentina si insediava uno dei dittatori più sanguinari dell’America del sud, Jorge Rafael Videla spodestando Isabel Peron. Videla instaurò una dittatura da produrre circa 30 mila desaparecidos, una pagina ancora non del tutto chiarita.
Videla conosciuto come “Hitler della Pampa” governò dal 1976 al 1981. Nel 1978 l’Argentina ospitò i mondiali di calcio e li vinse con una finale contro l’Olanda. Per molti sportivi, commentatori di ogni ordine e grado l’Olanda perse in finale la coppa del mondo addebitando quella sconfitta al calciatore olandese Cruijff il quale decise di non partecipare ai campionati del mondo di calcio. Allora si fecero tantissime ipotesi sulla non partecipazione da parte del giocatore olandese. C’era chi parlava di questioni economiche e contrasti tra sponsor, chi delle pressioni familiari , chi ricordando il “no” nel 1973 di Cruijff al Real Madrid ritenuta la squadra per simpatia del dittatore Francisco Franco e infine l’approdo al Barcellona.
A dirimere questa situazione in seguito ci ha pensato lo stesso ex campione dopo 30 anni in una intervista ad una radio catalana nel 2008. Il campione rivelò che la causa a non accettare il Real Madrid fu il tentativo di rapimento non andato a buon fine e ciò cambiò la visione della sua vita e con essa quella del calcio. In seguito a questo grave e pauroso fatto il genio del pallone lasciò l’Europa e concluse la carriera agonistica in America. Dopo queste rivelazioni si sono fatte tante ipotesi sulla identità dei banditi senza smettere di pensare a squallidi franchisti o a balordi banditi mandati da Videla.
Un mancato rapimento mai chiarito abbastanza se non dal solo ex campione Cruijff. Cruijff è stato considerato da sempre dagli addetti ai lavori un genio del pallone, oltre già un mito in patria d’Olanda tanto che nel 1978 era stata costruita una statua in suo onore collocata prima fuori dallo Stadio Olimpico e successivamente spostata nel 2007 fuori dalla Fondazione Johan Cruijff.

Immagine dal sito www.corrieredellosport.it