I misteri dal fondo di “Atlante”

The headquarters of UniCredit bank in Milan, Italy, February 8, 2016. REUTERS/Stefano Rellandini

I misteri dal fondo di “Atlante”

Atlante, il fondo promette a tutti coloro che investono il 6-7 % lordo all’anno.
Un nuovo “artificio” economico voluto dal Governo per risolvere in un colpo solo il problema della sottoscrizione degli aumenti di capitale delle banche italiane più in difficoltà ( scaricarle dal peso delle sofferenze sui bilanci degli istituti di credito). Ad avere messo mani al portafogli per un totale di 4,6 miliardi di euro, sono Banca Depositi e Prestiti, ( 500 milioni) Intesa San Paolo 1 miliardo, Ubi Banca 200 milioni, Fondazione Cariplo 100 milioni, Compagnia San Paolo e Cari Paro.
Altre banche 700 milioni tra cui Banca Mediolanum, Assicurazioni 700 milioni. Non parteciperà Mediobanca. La raccolta non finirà qua, anzi punta almeno a 6 miliardi.
Secondo alcuni economisti il fondo Atlante manca di logica di mercato visto che gli interventi del fondo sono diretti a sostegno delle banche più in difficoltà e che le sofferenze verranno acquistate a prezzi superiori rispetto a quelli che il mercato oggi sembra disposto a riconoscere.
E Bruxelles ha dato il via libera a questo veicolo finanziario secondo quanto diramato da fonti governative?

Immagine dal sito www.huffingtonpost.it