Unioni Civili

Arci Gay - www-repubblica-it - 350X200 - 124607592-3fc6795d-96e2-4261-a706-e2f732d8bcc8

Unioni Civili

Le unioni civili approvate tramite decreto legge è una legge che l’Italia ha aspettato tanto e per tanto tempo e a prima vista sembra aver soddisfatto tutte le esigenze. Nel leggere uno per uno i punti approvati alcuni sicuramente sono soddisfacenti mentre altri sono di totale insoddisfazione.
Sicuramente tutto ciò che coinvolge i diritti dell’uomo e l’etica sono valori talmente alti e principi che vanno approfonditi, difesi attraverso battaglie senza fine, con coerenza e non invece approvare un decalogo come è avvenuto in considerazione del fatto che tra meno di un mese si andrà a votare per le amministrative nelle città più importanti e dopo l’estate ci sarà il referendum costituzionale.
Sicuramente sulle unioni civili non si poteva fare diversamente e per l’Italia, considerando che era l’ultima nazione a non avere una legge adeguata era necessario avere una norma che protegga e garantisca le persone dello stesso sesso. Però la legge approvata ha eliminato ogni riferimento a “famiglia” e “familiare” parlando delle unioni civili come una semplice specifica formazione sociale e la legge approvata da l’idea di aver stralciato la “step child adoption”dove rappresentano un vulnus difficile da accettare ma anche giustificare al mondo. La legge approvata è una legge del Pd ma lontano dai valori della sinistra dove Renzi fa il capoclasse gestendo tutto e in fretta ma circondandosi della scolaresca dove il si è a comando. Si può considerare un decreto approvato a misura per le prossime elezioni per racimolare voti quando la parte morale è completamente trascurata.

Immagine dal sito www.repubblica.it