EFASCE: rinnovato il Consiglio Direttivo

logoEFA - EFASCE - www-efasce-it - 350X200

EFASCE: rinnovato il Consiglio Direttivo

Doppio successo per il presidente uscente Michele Bernardon, che con 154 preferenze ottenute e con un’affluenza record di soci, può dire di aver coronato nel migliore dei modi il suo mandato. L’assemblea dell’EFASCE, convocata venerdì sera in via Revedole a Pordenone per rinnovare il consiglio direttivo dell’Ente, si è aperta con mezzora di ritardo per consentire alla segreteria di registrare la lunga fila di presenti: erano in 144 (deleghe comprese), ai quali vanno aggiunti altri 73 rappresentanti dei segretariati all’estero, che hanno votato per corrispondenza. Presenti anche il presidente della Provincia Pedrotti e il presidente della Camera di Commercio Pavan, che però sono rimasti ospiti silenziosi per non dare adito a polemiche in campagna elettorale.
Il presidente uscente ha quindi avviato la seduta, dando lettura della relazione morale del triennio del suo mandato e del bilancio consuntivo, che ha chiuso a 216 mila euro. Una cifra molto lontana dai fasti di inizio millennio, quando ci si è avvicinati anche al milione di euro. Il motivo, ovvio, sono le minori entrate dagli enti pubblici. “Ciò nonostante – ha commentato Bernardon – in questi tre anni abbiamo sempre cercato di chiudere in attivo, usando parsimonia e puntando su scelte strategiche, come la collaborazione con le scuole, il rinnovamento dei segretariati all’estero e l’istituzione di e-segretariati”, luoghi di aggregazione virtuali, attivi nelle città a maggiore presenza di giovani emigranti, come Londra e Berlino. Bernardon ha tuttavia ringraziato la Regione, la Provincia e la Fondazione Crup, che sono i principali partner economici dell’ente.
Passando al futuro, il bilancio preventivo per il 2016 è stato ridimensionato in via prudenziale a 190 mila euro. Tra le prossime iniziative, confermata la priorità ai progetti rivolti ai giovani: i soggiorni culturali estivi Young Adults (“che hanno dato grandi soddisfazioni, perché i giovani partecipanti al loro rientro nei paesi di adozione hanno assunto spesso ruolo di più attivi nei segretariati, favorendo il ricambio generazionale”), gli scambi culturali e stage di Alternanza Scuola-Lavoro e gli scambi culturali Italia-Argentina fra gli studenti del liceo “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento e la scuola sudamericana di Junin. Tutti i documenti all’ordina del giorno sono stati approvati a larga maggioranza o addirittura all’unanimità, senza obiezioni.
Quindi si sono aperte le urne, da cui è uscito il nuovo consiglio direttivo, parzialmente rinnovato rispetto al precedente. Su 217 votanti, Michele Bernardon ha ottenuto 154 voti: praticamente tre su quattro gli hanno dato fiducia. Gli altri consiglieri eletti sono: Alberto Bidin (122 voti), Stefania Agnolon (116), Walter Mattiussi (106), Isa Brovedani (85), Vera Turrin (71), Elio De Anna (65), Aniceto Cesarin (56), Pier Giorgio Zannese (50), Luisa Forte (49) e Angioletto Tubaro (44). A sorpresa, dunque, diversi esponenti di spicco del mondo politico, che si erano proposti, sono rimasti fuori. Un segnale chiaro da parte dell’assemblea di voler mantenere la rotta dell’Efasce lontano dagli ambienti dei partiti. Rinnovato anche il collegio dei revisori dei conti, che ora è formato da Franca Quas, Mario Tauro, Gabriele Salamon (effettivi), Mario Salvalaggio e Angelo Bernardon (supplenti).
“E’ stata una grande soddisfazione – le parole a caldo di Bernardon – perché abbiamo riscontrato la partecipazione di un consistente numero di soci, di numerosi sindaci e rappresentanti degli enti locali, il che conferma il radicamento dell’ente nel territorio e la vicinanza delle istituzioni al nostro sodalizio. E un altro motivo di soddisfazione, inutile nasconderlo, sta nei risultati di queste elezioni.
L’alto numero di consensi ricevuti lo considero un riconoscimento per il lavoro svolto in questi tre anni a favore dei nostri corregionali all’estero”.
Il nuovo consiglio si riunirà nei prossimi giorni per procedere all’elezione del presidente e per riprendere i fili delle prossime iniziative, tra cui il 39° Incontro dei Corregionali all’estero, in programma a luglio a Frisanco.

Immagine dal sito www.efasce.it