IL SALOTTO DI RENÈE
di Renèe Cacciarelli degli Orsini

Lettura di Moliere nel salotto di Medetecin Jean Francois de Troy, 1728 ca
Lettura di Moliere nel salotto di Medetecin Jean Francois de Troy, 1728 ca

Per un momento ho incrociato il viso di Giuseppe detto Beppe Fiorello guardando fugacemente una sonnolenta trasmissione televisa.
Ormai la tv esiste per far pagare il canone a puntate come il penoso, povero palinsesto che non attrae più , ha ragione il buon Freccero.
Che dire di questo “più celebrato che valente”attore e protagonista di molte fiction , sempre e comunque con la stessa monocorde mimica, posa, sguardo,che interpreti il cantante o il personaggio, per lui è la stessa cosa…
Questo Fiorello in realtà è un crisantemo.
Componente di una fortunata famiglia di spettacolo, il Fiorello grazie ai suoi agenti accumula parti con spiccate vocazioni al piagnucoloso eroismo da deriva populista.
C'era un Cinese in Coma - www-comingsoon-it - LlllLocandina - 3090Per me il suo “meglio” l’ha dato nel film di Verdone” C’era un cinese in coma” del 2000.
Interpretava un personaggio scoperto dal buffo agente(Verdone) che poi lo ha tradito,rinnegato e abbandonato, un vero cinico interpretato con un tale impegno che, me tapina, ho sempre creduto che così era Giuseppe Fiorello, lo è veramente?
E a tale proposito ricordo una frase di Alexandre Dumas “Ogni falsità è una maschera, e per quanto la maschera sia ben fatta, si arriva sempre, con un po’ di attenzione, a distinguerla dal volto”.
Voi che ne pensate e soprattutto cosa ne pensa l’agente di Fiorello ?
Ai posteri i posteri… .

Immagine dal sito www.comingsoon.it