MILENA GABANELLI IN STUDIO – DA REPORT DEL 05/06/2016

Gabanelli Milena - 350X200 - www-report-rai-it

[Il presidente Giuseppe Vegas] ha violato la regola Consob che prevede di raccomandare alle banche l’utilizzo di uno strumento che al risparmiatore dice: acquistando per esempio queste obbligazioni hai il 62% di probabilità di perdere metà del tuo capitale. Certo, è una probabilità, non è scritta nella pietra, ma è uno strumento utilissimo per il risparmiatore. Perché non è stato utilizzato nel corso di tutti questi anni dove Vegas si è sempre difeso dicendo: “ma non sono mica stato io a vietarlo, è l’Europa che non lo vuole e comunque è uno strumento ingannevole.”
Allora, di sicuro in questi casi ad essere stati ingannati sono stati i risparmiatori, che invece la Consob deve tutelare. Secondo, qual è la norma europea che lo vieta? Da tutto quello che ci ha inviato Consob non c’è traccia di divieti. Anzi, l’Europa invita ogni paese a fare del proprio meglio per dare le informazioni chiare. E allora chi ha preso l’iniziativa di far sparire lo strumento che le informazioni chiare le dava?
Vegas stesso. E la prova è in questa lettera datata Roma 3 maggio 2011: la Consob ha appena concluso le consultazioni con le associazioni dei consumatori che dicono: “per le obbligazioni subordinate gli scenari di probabilità sono imprescindibili”, e le banche, che invece chiedono di toglierli di mezzo. Alla fine il responsabile divisione emittenti Consob scrive a Vegas: “le banche saranno invitate a non inserire le informazioni sugli scenari di probabilità nel prospetto e ne richiederanno l’eliminazione nel caso in cui qualche banca dovesse farlo di propria iniziativa, conformemente alle indicazioni fornite per le vie brevi dalla signoria vostra”.
La signoria vostra è Vegas, che decide, ascoltando il volere delle banche, di non far applicare una raccomandazione, tuttora in vigore, e che avrebbe consentito ai risparmiatori di capire un po’ meglio che cosa stavano comprando.
Presidente, o è in grado di produrre la smentita a questa lettera a lei indirizzata, protocollo numero 11038690, altrimenti io credo che responsabilmente lei debba dimettersi.

– Leggi il documento mostrato in trasmissione

dal sito  www.report.rai.it