SINDACHE CON LE GONNE E CON…
di Fernando Mazza

Fernand Khnopff - Le Sphinx
                   Fernand Khnopff – Le Sphinx

Virginia Raggi, 37 anni è la prima donna sindaco di Roma.
Chiara Appendino, 31 anni è il primo cittadino di Torino.
Non dimentichiamo comunque che rappresentano un quarto dell’elettorato, in quanto l’astensione è stata elevatissima, ma sono loro le sindache!

Virginia Raggi e Chiara Appendino - 750X250 - www-ilfattoquotidiano-it-www-ilpost-it

Due donne giovani che hanno sconfitto la vecchia politica, ormai incancrenita e articolata in schemi logori lontani dai cittadini, vicini agli affari.
Chi governa una grande città ha in primis un problema di credibilità e questa “qualità” è mancata (a Roma soprattutto) così come l’onestà, e non solo.
Non dimentichiamo che Roma ha una voragine di bilancio di 14 miliardi di euro, una cifra da mozzare il fiato! I problemi sono infiniti: dai trasporti pubblici alla raccolta e smaltimento dei rifiuti, dalla svergognata urbanizzazione alla gestione dei campi rom, dalle politiche culturali agli abusivi nel commercio, dal turismo selvaggio e violento al traffico e alle troppe concessioni di circolazione nel centro storico di vetture, pullman turistici, vetture con autisti privati, risciò, segway, etc…, per non parlare dell’accattonaggio organizzato (un ragazzo di colore per ogni bar o esercizio commerciale, quasi fossero militari!). Questo per fare alcuni esempi.
Torino, una città di quasi 900mila abitanti, che non può più permettersi di vivacchiare con turismo e cultura. Dovrà trovare una nuova proposta per rilanciare il mercato del lavoro, senza perdersi dietro ad effimere startup. Dunque città non proprio facili, che impegneranno i nuovi amministratori a prove titaniche, tanto più di quanto non s’immagini. Occorre mettersi al servizio della città no stop. Vuol dire anche non farsi condizionare da logiche non sempre palesi e da interessi economici contorti ( c’è il pericolo che accada come a Pizzarotti per farsi guidare con facilità da ingombranti personaggi non residenti). Non mancheranno comunque tranelli e scontri (dei quali non sapremo mai). Raggi e Appendino sono giovani e sono donne e rappresentano una speranza di cambiamento di questo Paese.

Immagini dal sito www.ilfattoquotidiano.it; www.ilpost.it