Elezioni Usa 2016, Hillary Clinton ha accettato la nomination

Hillary Clinton - DSILANEH2084-k07C-U108014783213652tE-1024x576@LaStampa.it - 350X200

Elezioni Usa 2016, Hillary Clinton ha accettato la nomination

Nel discorso che Hillary ha pronunciato ha fatto presente e sostenuto il motto del Presidente Americano Roosevelt: “ L’unica cosa di cui avere paura è la paura stessa”.
Soprattutto ora che il Paese è ancora alla resa dei conti. La città di Filadelfia l’ha incoronata “come falco progressista”, fautrice di una politica interna riformistica, soprattutto in tema di sanità, diritti delle donne, integrazione razziale, sostenitrice di una politica estera di potenza, di un esercito forte di una visione interventista dell’America e nel mondo.
Gli americani intervenuti a Filadelfia hanno confermato le caratteristiche politiche che le appartengono. Dalla Convention Hillary ha attaccato il suo rivale Trump e ha promesso: “La mia missione è creare opportunità e lavoro” è la prima donna nella storia degli USA ad accettare la nomination per la Casa Bianca. Lo slogan di tutta la campagna elettorale di Hillary è stato “Siamo più forti stando insieme”. Nei dettagli del suo discorso ha promesso di rilanciare l’America per l’aspetto economico dove vuole alzare il salario minimo, aumentare ai ricchi le tasse che non pagano, denunciare i trattati commerciali che penalizzano i lavoratori americani, costringere le aziende americane a non esportare il lavoro. Ha promesso di difendere i diritti delle donne a partire dalla nomina di giudici della Corte Suprema che conoscano la legalità dell’aborto e delle altre conquiste sociale fatte negli ultimi decenni. Ha promesso di affrontare la minaccia terroristica e di sconfiggere l’Isis utilizzando la ragione, la testa e potenziando il lavoro di Intelligence.

Immagine dal sito www.lastampa.it