ROMA-PARIGI, Accademie a confronto. L’Accademia di San Luca e gli artisti francesi

aurent-pecheux-selene-e-endimione-www-beniculturali-it-b688aaeaeb53a20c4ea9f17139e336dfec399b-350x200

ROMA-PARIGI, Accademie a confronto. L’Accademia di San Luca e gli artisti francesi

In mostra oltre 130 opere di artisti italiani e francesi che a diverso titolo sono entrati in rapporto con l’Accademia: quadri, disegni di figura, sculture, bassorilievi e disegni di architettura elaborati per i concorsi, oppure donati in occasione dell’entrata degli artisti nel corpo accademico o infine lasciati per testamento.

Tra le opere anche importanti prestiti internazionali, dal Musée National des Châteaux de Versailles et de Trianon all’École Nationale Supérieure des Beaux Arts di Paris. Da Villa Medici invece provengono due calchi in gesso della Colonna Traiana che ricordano la grande impresa promossa da Colbert a Roma per avere a Parigi una copia a grandezza naturale del celebre monumento e infine dal Museo Napoleonico di Roma due progetti celebranti Napoleone.

Di grande interesse il Putto di Raffaello, affresco staccato donato all’Accademia da Jean-Baptiste Wicar come lascito nel 1834, l’olio su rame di Nicolas Vleughels, Il sogno di Giuseppe, l’Autoritratto di Antonio Canova, un gesso del 1812, oltre ai tre disegni di Pierre Bernard del Grand Prix d’architecture del 1783.

Altro quadro importante è l’opera che celebra l’amicizia tra l’Accademia di San Luca e la Francia, quella del pittore Charles François Poerson che presenta l’allegoria dell’unità tra le istituzioni romana e francese: il Re Sole, nelle vesti di Apollo, benedice l’incontro tra le Accademie impersonate da due giovinette.

Roma, Accademia Nazionale di San Luca
dal 13 Ottobre 2016 al 13 Gennaio 2017

dal sito www.beniculturali.it