Presidenziali Usa: una manciata di voti divide la Clinton da Trump

Republican Presidential Candidate and Businessman Donald Trump addresses supporters at a rally in Kiawah Island, South Carolina, USA, USA, 18 February 2016. The South Carolina Republican presidential primary is 20 February 2016. ANSA/RICHARD ELLIS Democratic 2016 US presidential candidate former US Secretary of State Hillary Clinton participates in a Breaking Down Barriers town hall campaign event at Morris College in Sumter, South Carolina, USA, 24 February 2016. The South Carolina Democratic presidential primary is 27 February 2016. ANSA/ERIK S. LESSER

Presidenziali Usa: una manciata di voti divide la Clinton da Trump

Secondo gli ultimi sondaggi Trump è in vantaggio in Ohio e Florida, è alla pari nello Stato della Carolina del Nord. A pochi giorni dall’Election Day Clinton conta su 273 grandi elettori a fronte dei 265 del rivale Trump.
I sondaggi descrivono il magnate Trump lanciatissimo con un vantaggio consolidato nello Stato dell’Ohio, un aumento del distacco su Clinton in Florida e a parità nello Stato della Carolina del Nord.
La Clinton sconta colpe legate all’amministrazione Obama, come Segretario di Stato, soprattutto nell’aver privilegiato i rapporti con i Paesi asiatici a scapito dell’Unione Europea, oltre agli impegni disattesi di Obama su welfare e pace razziale.
Secondo le ultime fonti Trump è in arrembaggio in più fronti cercando di scippare voti il più possibile e popolarità tra l’elettorato femminile, punto debole della sua campagna elettorale. La Clinton è concentrata nello Stato della Carolina del Nord, mentre ha inviato il suo Vice Tim Kaine in Arizona.
Il Presidente Obama prosegue invece a favore della Clinton i suoi sforzi in Florida.
Intanto l’FBI non intende chiudere l’inchiesta dell’e-mail perché considera per la Fondazione Clinton e le sue attività una macchina di soldi instancabile e la chiusura appare molto lontana.

Immagine dal sito www.huffingtonpost.it