BUON NATALE, RAGAZZI DELLE FORZE DI POLIZIA DEL BEL PAESE

automobile-polizia-b13a4zwk3560-17293-u1100466044351ftf-u1100466044351aj-990x556lastampa-it-www-oscarb1-blogspot-it-350x200

Gli italiani impegnati come sono da sempre nel flagellarsi, giudicando tutto e tutti in maniera autocommiserevole, ogni tanto sono costretti a risvegliarsi dalla loro depressione perché qualche cosa funziona nella Penisola. E magari ci rimangono pure male perché costretti a risettare le loro negative costruzioni mentali.

E’ successo con i tre poliziotti, attori di una operazione che si e’ conclusa a Sesto San Giovanni con l’eliminazione di quel tunisino, Anis Amri, coautore della strage di Berlino e super ricercato dalle polizie di tutta Europa.

Ci sara’ certamente qualcuno che in un empito di nichilismo social andra’ dicendo che i tre poliziotti hanno avuto ”culo”.

Ma a parte che la fortuna sorride e sorregge gli audaci, anche il culo e’ una componente determinante di ogni successo. Basta averlo.

Ma, battute a parte, i tre giovani hanno dimostrato di essere degli ottimi professionisti e questo e’ merito di chi li istruisce e prepara.

Mio figlio Max che e’ stato uno dei producer di Fiat Lux, il grande programma di proiezioni di fotografie sulla cupola di San Pietro che ha inaugurato l’otto dicembre dello scorso anno il Giubileo, al termine di questo show che ha avuto quattro miliardi di spettatori in tutto il mondo (avete letto bene) mi ha detto di essere rimasto impressionato per la preparazione professionale e la qualità umana della Forze di Polizia italiane dispiegate a garantire la sicurezza di 250mila persone che assiepavano Piazza San Pietro e via della Conciliazione.

Carissimi Connazionali: proviamo ogni tanto a pensare positivo ed a guardare anche il bicchiere mezzo pieno. Magari di quel buon vino che qui in America costa un occhio della testa.

Buon Natale, Ragazzi e Ragazze in Uniforme !

Oscar

Articolo Pubblicato su Letter from Washington DC

di Oscar Bartoli