ROMA, SANTORI (FDI) “Musei Capitolini senza defibrillatori, sicurezza utenti a rischio”

Ingresso dei Musei Capitolini - www-rooma-repubblica-it - 350X200

ROMA, SANTORI (FDI) “Musei Capitolini senza defibrillatori, sicurezza utenti a rischio”

“Musei capitolini senza defibrillatori e sicurezza a rischio per turisti e lavoratori. E’ questa la pessima notizia per gli utenti delle sale che rientrano nel circuito museale di Roma Capitale, dai Musei capitolini alla centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dell’Ara Pacis fino al Museo della Civiltà romana e tanti altri. Sembra, infatti, che nonostante si siano tenute ben 8 edizioni dei corsi di formazione Blsd che hanno interessato centinaia di operatori dei Musei capitolini individuati da Zètema, all’interno della rete dei musei civici questi apparecchi non siano presenti. Questo in mancata ottemperanza della delibera regionale n°556 del 28/12/2015, per la durata di due anni, che prendeva atto della Stipula del protocollo d’intesa tra Ares 118 e Roma Capitale – Dipartimento politiche sociali, sussidiarietà e salute per l’assegnazione a quest’ultima di 120 defibrillatori semiautomatici esterni, nell’ambito del progetto di diffusione degli stessi in applicazione del decreto interministeriale del 18 marzo 2011. Troviamo gravissimo che nonostante si siano investite ingenti risorse economiche pubbliche per l’acquisto dei defibrillatori e la formazione del personale, queste apparecchiature non siano ancora a disposizione a due anni di distanza. Questa mancanza genera un rischio altissimo per i frequentatori dei musei capitolini che dovessero essere colpiti da infarto. E’ noto, infatti, che in questi casi ogni minuto può essere determinante per salvare la vita di una persona, e la presenza di un defibrillatore e di un operatore in grado di utilizzarlo può fare la differenza. La tempestività nell’intervento e la diffusione dei defibrillatori sono fattori alla base di una cultura della prevenzione che può salvare molte vite umane. Invitiamo, dunque, il sindaco Virginia Raggi ad adoperarsi in fretta per far sì che i defibrillatori siano installati nella rete dei musei civici della Capitale, garantendo così il giusto livello di sicurezza che Roma deve a cittadini e turisti che la visitano”.

Immagine dal sito roma.repubblica.it

da Fabrizio Santori Consigliere Regionale del Lazio