Inps, nel pubblico ci si ammala più che nel privato

INFLUENZA

Inps, nel pubblico ci si ammala più che nel privato

Secondo i dati forniti dall’Inps, l’ufficio studi della Cgia ha riscontrato che le assenze per i motivi di salute nel pubblico impiego registrate nel 2015 hanno interessato il 57% di tutti gli occupati(poco più di 1 dipendente su 2), nel settore privato invece la quota si è fermata al 38% (più di 1 dipendente su 3).La durata media annua dell’assenza per malattia dal luogo di lavoro è leggermente superiore nel privato (18,4 giorni) che nel pubblico (17,6 giorni).Dai dati forniti gli eventi di malattia per classe di durata presentano un accostamento sospetto nel primo giorno di assenza. Se nel pubblico costituiscono il 25,7% delle assenze totali, nel privato si riducono di oltre la metà,12,1%.Quelle di 2 a 3 giorni invece si avvicinano al 32,1% per il privato e 36,5% nel pubblico, mentre tra i 4 e 5 giorni di assenza avviene il sorpasso, 23,4% nel privato contro il 18,2% del pubblico.

                                                                                                                                                                                                              Ndr

Immagine dal sito www.ansa.it