Paolo Parisini riconfermato alla presidenza della Federazione Nazionale di prodotto biologico di Confagricoltura

Logo Confagricoltura - IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIimages - www-confagricoltura-it - 350X200

Paolo Parisini riconfermato alla presidenza della Federazione Nazionale di prodotto biologico di Confagricoltura

Paolo Parisini è stato riconfermato oggi presidente della Federazione nazionale di prodotto biologico della Confagricoltura. “Il successo dell’agricoltura biologica – ha detto – è sotto gli occhi di tutti. Basta consultare le statistiche aggiornate del SINAB per rendersi conto del continuo aumento, negli ultimi anni, dei produttori, delle superfici e della domanda. Nel 2016 e nei primi mesi del 2017 la crescita è stata a due cifre”. Merito di agricoltori lungimiranti e pieni di iniziative che, venticinque anni fa, quando in Italia cominciava la domanda di alimenti che noi oggi definiamo biologici, hanno convertito le loro produzioni recuperando anche quelle zone svantaggiate che si andavano perdendo alle produzioni agricole.
“Alcuni chiamano il futuro del settore agricolo ‘Il Rinascimento rurale’ – ha continuato Parisini -. Un’ espressione che va bene per tutti i tipi di agricoltura ma, in modo particolare, per quella biologica. Ma questo “Rinascimento” dipenderà dalla ricerca e dalla imprenditorialità dei nostri agricoltori nel solco della tradizione e della tipicità dei prodotti”.
La globalizzazione e l’apertura a mercati esteri avrà successo per l’agricoltore se saprà impegnarsi non solo nella produzione, ma anche nella trasformazione e nella commercializzazione dei suoi prodotti. Per questo il presidente della Federazione di prodotto biologico di Confagricoltura auspica che il mondo agricolo e quello della trasformazione sappiano unirsi avendo come meta l’ambiente e l’economia.
A tale riguardo Parisini ritiene importante la partecipazione a “Reti di produzione“, attraverso le quali si possono avere una conoscenza e una penetrazione di mercato decisamente superiori a quelle di un singolo produttore.

Immagine dal sito www.confagricoltura.it

da Confagricoltura – Area Comunicazione