Donatella Versace. “In Italia nessuno compra perciò vendo alla Kors”

Italian designer Donatella Versace waves at the end of her Haute Couture Fall/Winter 2016-2017 fashion show for Atelier Versace in Paris, France, July 3, 2016. REUTERS/Gonzalo Fuentes

Donatella Versace. “In Italia nessuno compra perciò vendo alla Kors”

“Sicuramente è un passo importantissimo per me e per un’azienda che finora è stata un’azienda di famiglia”.

Dopo il passaggio di Versace a Kors e il silenzio in questi giorni di trattative, Donatella Versace parla al Corriere della sera e confessa il suo entusiasmo per la vendita. Dice che il passo è stato importante ma difficile. Che bisognava osare e soprattutto che l’unico neo fosse non aver trovato acquirenti italiani. Il gruppo dunque passerà nelle mani del gruppo americano per una cifra pari a 1,83 miliardi di euro.

“Sicuramente è un passo importantissimo per me e per un’azienda che finora è stata un’azienda di famiglia”. Versace entra a far parte della holding Michael Kors, che, nell’occasione, cambierà nome in Capri Holdings Limited. E i Versace reinvestono parte del ricavato nella stessa Capri Holdings

I Versace continueranno però a detenere una parte della compagnia. La famiglia di stilisti non rivela i numeri ma secondo i calcoli del quotidiano di via Solferino dovrebbero essere tra l’1,5 e il 2%. Jonathan Akeroyd resterà amministratore delegato del gruppo con la Medusa, Donatella confermata come direttrice stilistica e Santo Versace senior advisor di Akeryod. Proprio la sorella di Gianni Versace ha voluto rivelare il perché della vendita ad un gruppo straniero, incontrando i dipendenti al Cinema Odeon vicino piazza del Duomo.

Perché nessuno me l’ha chiesto. Nell’ultimo anno Versace è stata avvicinata da tante persone, francesi, americane… ma nessun italiano. Non siamo noi che abbiamo rifiutato di partecipare a un gruppo italiano.

L’affare ha suscitato anche reazioni contrastanti tra i due partner di governo. Salvini si era detto stufo di assistere alla svendita del made in italy, mentre Di Maio, a Porta a Porta, ha affermato che: “È molto difficile fare impresa in Italia e devi avere carattere per andare avanti”. Donatella Versace però tranquillizza investitori e lavoratori.

“Con questa operazione assumeremo più persone e porteremo più lavoro in Italia, le polemiche sono infondate». Lo conferma anche Idol: “Il made in Italy – dice l’amministratore delegato di Michael Kors/Capri Holdings – è la forza di Versace, non è possibile pensare a questo marchio diversamente”

dal sito www.huffingtonpost.it