Hayes & Harlington

Hayes-Harlington-stazione - www-italianialondra-it - 350X200

Hayes & Harlington

Hayes & Harlington è una stazione ferroviaria prossima al confine (verso ovest, a mezzo miglio circa) col London Borough of Ealing. Come lascia intendere la denominazione, serve due aree, quella di Hayes, a nord della stazione, e quella di Harlington, verso sud. A ben vedere, però, inquadrando la trattazione anche dal punto di vista storico, il discorso è molto più vasto, dato che l’antica Parish di Hayes comprendeva cinque distinti borghi: Hayes Town (chiamato anche Cotman’s Town), Hayes End, Botwell, Yeading, Wood End, ancora distinguibili al principio del XX secolo. Al tempo stesso, sino al XVI secolo, ma anche in misura assai minore, al XVII secolo, accanto ad Harlington era possibile distinguere il piccolo borgo di Dowley, di cui residua traccia solo nella Toponomastica, in Dowley Road. Pertanto, la trattazione sarà particolarmente lunga, volendo, per completezza, fornirvi contezza di tutti e sette i borghi afferenti anticamente all’area servita da questa stazione, che rimase una tranquilla zona rurale per secoli, sino alla metò del XIX secolo, quando l’Economia si basava quasi esclusivamente sulle attività agricole e pastorali. L’apparizione dell’industria ad Hayes fu stimolata dall’apertura del Grand Junction (poi Union) Canal nel 1796 e del Canale di Paddington nel 1801. Neanche l’apertura della stazione di Hayes, nel 1864 ebbe effetto rilevante per l’industrializzazione della Parish, dato che quella su vasta scala dovette attendere il principio del XX secolo. Eric Arthur Blair, che adottò lo pseudonimo di “George Orwell” mentre viveva qui in questo periodo (1932-1933), lavorò come Insegnante presso “The Hawthorne High School for Boys” ubicata in Church Road (ora “The Fountain House Hotel”). Il celebre Autore rimase assai negativamente colpito da Hayes, tanto da affermare: “Uno dei luoghi più dimenticati da Dio che abbia mai trovato. La popolazione sembra essere interamente composta da Ecclesiastici che frequentano le Cappelle coperte di lamiera la domenica e che per il resto si catapultano dentro le porte”, affermazione effettuata nel periodo d’oro di Hayes, quando questo archetipico sobborgo interbellico era pieno di fabbriche in “Art decò” alla moda, che producevano ogni sorta di beni moderni futuristici, come dischi e biscotti e latte in polvere, e le sue infinite strade incurvate di modeste case bifamiliari ospitavano Impiegati e Lavoratori manuali leggeri. Ad Hayes vennero prodotti i dischi in vinile dei Beatles, sulle cui confezioni si legge “Hayes, Middlesex”. I residenti di Hayes lavorano essenzialemente per l’Aeroporto di Heathrow, mentre le citate fabbriche “Art decò” vengono rinominate come “vivaci” Shoreditch-in-the-suburbs. Relativamente ad Harlington, anch’esso era un villaggio rurale circondato da fattorie e frutteti, il cui aspetto tradizionale sopravvisse sino agli anni ’50 del XX secolo. Oggi, è un’area suburbana il cui sviluppo è stato anch’esso influenzato dall’espansione dell’Aeroporto di Heathrow. …

dal sito www.italianialondra.it