Mare, presentati al Ministero Dell’Ambiente risultati della Campagna di Educazione Ambientale nelle Scuole

Ccosta_e_Sstudenti - www-miniambiente-it - 350X200

Mare, presentati al Ministero Dell’Ambiente risultati della Campagna di Educazione Ambientale nelle Scuole

Costa: “Fare scuola e ambiente insieme è doveroso e possibile, lavoriamo per un futuro più sostenibile”

Grande partecipazione e grande emozione all’Auditorium del Ministero dell’Ambiente, dove questa mattina il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti hanno presentato i risultati della campagna nazionale di sensibilizzazione ambientale nelle scuole, realizzata nel 2018 dal Corpo delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera su mandato del ministero dell’Ambiente, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, e alla quale hanno partecipato oltre 800 istituti scolastici e quasi 55 mila alunni.

“Abbiamo dimostrato che fare scuola e ambiente insieme è doveroso e possibile”, ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, sottolineando che il Protocollo d’Intesa sottoscritto nel mese di dicembre con il Ministero dell’Istruzione, che assegna 1 milione e 300 mila euro all’educazione ambientale nelle scuole, è “l’inizio di un percorso che miglioreremo con più risorse e, se possibile, maggiore passione, perché le materie ambientali possano far parte definitivamente del percorso formativo dei ragazzi”.

“Incontrare gli studenti – ha aggiunto Costa – vuol dire anche per noi cogliere l’opportunità di arrivare capillarmente su tutto il territorio nazionale, è il vero senso della prossimità ambientale. Ecco perché chiedo alla Capitaneria di Porto un impegno ancora maggiore per l’anno 2019, chiedo di andare oltre le scuole, di andare a parlare anche nelle università, perché il nostro intento è non solo avere una base di conoscenze, ma creare delle professionalità ambientali”.

“La nostra generazione – ha concluso il ministro – nella tutela ambientale ha fallito, non vogliamo che falliscano anche i nostri ragazzi. Lavoriamo per un futuro migliore e più sostenibile”.

Anche il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha sottolineato l’importanza di “trasmettere ai ragazzi valori, impegno e senso di responsabilità”, lodando una iniziativa svolta con impegno e dedizione. “Stiamo rafforzando la missione educativa nelle scuole – ha aggiunto – e sviluppando competenze di cittadinanza attiva utili per dare agli studenti un futuro migliore”.

All’iniziativa hanno partecipato anche il Segretario Generale del Ministero dell’Ambiente Silvana Riccio, che ha sottolineato l’importanza di una giornata che ha presentato i risultati di un lavoro di prevenzione dei fenomeni più invasivi del nostro ambiente; il comandante generale delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera Giovanni Pettorino, che ha evidenziato l’utilità, per un Paese come l’Italia che può vantare 500 mila chilometri quadrati di mare, di incentivare l’attenzione dei giovani al mare.

E, ancora, il direttore della Direzione generale per la protezione della natura e del mare del Ministero dell’Ambiente Maria Carmela Giarratano, che ha ringraziato i Parchi nazionali ed elogiato gli studenti che hanno meritato il titolo di ‘ausiliari della guardia costiera’; il capo Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera Aurelio Caligiore, che ha ringraziato chi ha intuito l’importanza e la valenza formativa dell’educazione ambientale.

Alla presentazione dei risultati della campagna, è seguita la premiazione dei vincitori del concorso “Ausiliario Guardia Costiera”, vinto quest’anno dagli istituti comprensivi “Posatora Piano Archi” di Ancona, “S. Satta-Spano-De Amicis” di Cagliari e dal liceo scientifico “Francesco Severi” di Castellammare di Stabia.

Gli studenti coinvolti nell’iniziativa hanno avuto l’opportunità di visitare le aree marine protette, le sedi degli enti gestori e delle Autorità marittime. Numerose le amministrazioni comunali e le associazioni ambientaliste che hanno collaborato attivamente.

I ragazzi premiati, oltre a ricevere una borraccia di alluminio per incentivare il plastic free nelle loro scuole, partiranno in primavera per un viaggio d’istruzione in alcuni parchi e aree marine protette: Cinque Terre, Arcipelago de La Maddalena, Parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

dal sito www.minambiente.it