Il Belvedere del Giardino degli Aranci sarà intitolato al Maestro Luigi Magni

Logo Associazione Culturale Luigi e Lucia Magni - 350X200

Il Belvedere del Giardino degli Aranci sarà intitolato al Maestro Luigi Magni

Giovedì 21 marzo p.v., alle ore 9:30, il Belvedere del Giardino degli Aranci sarà intitolato al Maestro Luigi Magni.
Presiederà la cerimonia il Vice Sindaco di Roma, On. Luca Bergamo.
Nel parco, per accedere al Belvedere Luigi Magni, si passa attraverso il Viale Nino Manfredi e la Piazza Fiorenzo Fiorentini, attori che hanno condiviso con il Maestro lavoro e profonda amicizia.
Il Giardino degli Aranci era per loro una delle mete preferite: Magni e Manfredi trascorrevano ore a discutere dei loro progetti e delle sceneggiature; Fiorentini vi recitava e, talvolta, vi dormiva accampandosi in una piccola tenda.
Di Luigi Magni, autore e regista, si ricordano soprattutto i film, ambientati a Roma, “Nell’anno del Signore”, con quasi dieci milioni di spettatori, “In nome del Papa Re”, “La Tosca”, “Scipione detto anche l’Africano” e “In nome del popolo sovrano” e le commedie teatrali “Rugantino”, “I 7 Re di Roma”, “La Commedia di Gaetanaccio” e “La Santa sulla scopa”.

Arrigo Petacco, grande giornalista, saggista e storico, sotto il titolo MAGNI E LA STORIA, terminava così il pezzo: “…Luigi Magni merita di occupare un posto privilegiato nella storia della cinematografia, ma gli va attribuito anche il merito di avere stimolato e spesso creato nel pubblico il gusto di sapere di più sulle vicende non sempre eroiche che hanno consentito il nostro Risorgimento.”
Carlo Tagliabue, Professore universitario, regista televisivo, critico cinematografico e saggista, nel 1997 scriveva tra l’altro: “…Magni si è posto nei confronti di questa città un po’ come il grande poeta del secolo scorso che, lo ricordiamo, a dispetto di molti critici, è uno dei massimi di tutta la letteratura mondiale. Come il Belli infatti, Magni esprime tutto il suo amore infinito per Roma…”
Recentemente, durante uno spettacolo teatrale dedicato a Magni, Stefano Reali, regista cinematografico, televisivo e lirico, diceva: “Gigi Magni, oltre a essere stato un grande Autore è stato uno straordinario poeta, paragonabile sicuramente a Trilussa, Pascarella e financo al Belli.”

di Massimo Castellani
Associazione Culturale Luigi e Lucia Magni
Il Segretario Generale