AIL: COME IMPEGNIAMO IL 5X1000

AIL: COME IMPEGNIAMO IL 5X1000

Dal 2006 ad oggi, 2 milioni di italiani hanno scelto di destinare il loro 5×1000 ad AIL.
Secondo l’ultima rendicontazione al “Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca” e al “Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali”, nel 2018 i fondi impiegati a sostegno della ricerca e dei servizi di cura e assistenza ai pazienti e alle loro famiglie, sono stati 5.810.958,00 €.

Sono circa 116 i Centri di Ematologia sul territorio nazionale a cui l’AIL e le sue Sezioni garantiscono finanziamenti per realizzare o ristrutturare day hospital e reparti di ricovero, per acquistare apparecchiature all’avanguardia e farmaci costosi o difficilmente reperibili, per finanziare personale sanitario che consenta il buon funzionamento delle strutture. Sono 4 le Scuole AIL in ospedale che permettono a bambini e ragazzi di non perdere il contatto con la realtà esterna, continuando il loro regolare piano di studio. 9 le Sale Gioco, ambienti a misura di bambino, contenitori di giochi, luoghi dove un bimbo può trovare allegria, sensibilità, conforto, grazie alla presenza e al sostegno psicologico di operatori e volontari disponibili e preparati.

35 sono le Sezioni in tutta Italia che offrono il servizio di Casa AIL, case di accoglienza situate nei pressi dei maggiori Centri di Ematologia per ospitare i pazienti non residenti che devono affrontare i lunghi periodi di cura, assistiti dai familiari. Ogni Casa AIL offre camera e servizio privato rispettando così l’esigenza di privacy dei pazienti, ma anche spazi comuni come soggiorni-pranzo, terrazzi o giardini che permettono una vita di relazione, tanto più necessaria quanto più lunga e complessa è l’esperienza da condividere.

Il servizio di assistenza domiciliare è offerto da 42 Sezioni e consente di evitare il ricovero prolungato in ospedale a tutti i pazienti che possono essere curati nella propria casa, permettendo loro di migliorare la qualità della vita e di lottare al meglio contro la malattia, con l’aiuto di familiari e amici.

Le Sezioni AIL si impegnano ad offrire ai pazienti ed ai loro familiari in difficoltà i servizi necessari per affrontare, nel miglior modo possibile, la malattia. Grande attenzione è dedicata ai pazienti soli che sono impossibilitati a svolgere le mansioni più semplici. I volontari AIL, o personale retribuito messo a disposizione dalle Sezioni, si recano presso il domicilio dei pazienti per aiutarli nelle mansioni domestiche, nel disbrigo di pratiche o nell’esecuzione di commissioni.

Le Sezioni AIL, attraverso i Centri di Ematologia di riferimento, sostengono progetti di ricerca scientifica, realizzano laboratori, acquistano apparecchiature e materiali di consumo, erogano borse di studio.

Il Gruppo di Ricerca GIMEMA, al quale aderiscono oltre 140 Centri di Ematologia, è una fondazione no profit per lo sviluppo e la formazione della ricerca scientifica sulle malattie ematologiche, che conduce operativamente protocolli di ricerca clinica nel campo delle malattie del sangue dell’adulto.

dal sito cinquepermille.ail.it