Europee. In Germania Merkel tiene, Le Pen primo partito in Francia

Europee. In Germania Merkel tiene, Le Pen primo partito in Francia

Ecco i principali exit poll provenienti dai paesi europei.

GERMANIA, CDU IN TESTA AL 28.60%
Cdu-Csu in testa col 28.60%, l’alleanza tra il partito dei cristiano-democratici tedeschi di Angela Merkel e l’Unione cristiano-sociale ancora avanti secondo dati in possesso del Parlamento europeo. Confermato anche il secondo risultato per i Verdi al 20.9%. Terzo posto al 15.30% per la socialdemocrazia. 10.8% per il partito euroscettico Afd (alternativa per la Germania).

FRANCIA, LE PEN IN TESTA COL 23.2%
Il partito Rassemblement National (Rn) di Marine Le Pen in testa col 23.2%, al secondo posto col 21.9% il partito Republique en Marche di Emmanuel Macron. Al terzo posto, a sorpresa, i verdi di Europe-Ecologie le Verts al 12.8%. Questi i risultati dei primi exit poll pubblicati da Ipsos per France 2. Euroscettici avanti dunque, col sorpasso della Le Pen su Macron.

PORTOGALLO: PARTITO SOCIALISTA IN TESTA AL 32.45%
Exit poll del Parlamento europeo per il Portogallo, nessuna sorpresa, secondo I dati in possesso del Parlamento europeo. Partito socialista in testa col 32.45% (Ps), segue il partito social democratico (Psd) di destra col 22.90%, a 10.25% il partito di sinistra Bloco de Esquerda (B.E.)

OLANDA, LABURISTI AL PRIMO POSTO, NIENTE SEGGI PER WILDERS
E’ il Partito Labour (PvdA), di centro-sinistra, al primo posto con il 18.1%, seguito dal Partito popolare per la libertà e la democrazia(Vvd) con 15%, dall’Appello Cristiano democratico(Cda) al 13%, il Forum per la democrazia(FvD)con 11% e i Verdi al 10.5%. Sarebbe fermo al 4.1% il Partito per la libertà(Pvv) del sovranista Geert Wilders, al quale non spetterà nemmeno un seggio. È quanto riportano le stime del Parlamento europeo.

All’Olanda spettano 26 seggi, e stando alle stime sarebbero redistribuite con 5 seggi per i Socialisti e democratici, 3 per i Verdi, 6 per i Liberali(Alde), 4 per i Popolari(Ppe) e 5 per i Conservatori e riformisti europei.

dal sito www.dire.it