Garavini (PD) a Monaco: la credibilità dell’Italia all’Estero di nuovo in cantina

Garavini (PD) a Monaco: la credibilità dell’Italia all’Estero di nuovo in cantina

“I partiti di maggioranza continuano a strumentalizzare le questioni migratorie come alibi per distrarre l’opinione pubblica dai problemi veri del paese: stagnazione economica, aziende che chiudono, disoccupazione crescente, mercato immobiliare e settore edilizio fermi”. Lo ha detto Laura Garavini, deputata Pd eletta in Europa e Vicepresidente della Commissione Difesa, intervenendo al Pd di Monaco di Baviera, ospite del neo eletto Segretario di circolo, Carlo Taglietti e della Presidente, Lara Galli.
“Nessun investimento per la crescita. Solo regalie elettorali a pioggia, come quota 100 e reddito di cittadinanza, per alimentare il proprio bacino elettorale. Provocando un grave e ulteriore aumento del debito pubblico”, ha accusato la senatrice Pd. “Tutto a spese delle nuove generazioni e delle tasche dei contribuenti. Nel frattempo usano toni sprezzanti e provocatori nei confronti dell’Europa. In modo irresponsabile, dato che rendono ancora più probabile una misura di infrazione contro il nostro paese per mancato rispetto dei parametri e degli impegni assunti. Con effetti lacrime e sangue, sia per l’economia che per i singoli cittadini”.
“Una situazione grave, a seguito della quale la credibilità dell’Italia all’estero è di nuovo crollata, come nei periodi del peggiore berlusconismo. Situazione – ha concluso – resa ancora più problematica dall’isolamento a livello internazionale in cui versa l’Italia, già totalmente esclusa dai vertici in atto in questi giorni, per individuare i nuovi assetti dell’unione Europea”.

dal sito www.aise.it