Testamento biologico, ok alla Banca Dati

Testamento biologico, ok alla Banca Dati

Via libera del Garante della Privacy alla Banca Dati Nazionale del Testamento Biologico. La disciplina di questo database è contenuta in uno schema di decreto del Ministero della Salute, su cui l’Autorità ha dato parere favorevole con richieste di alcuni correttivi.
Con le disposizioni anticipate di trattamento previste dalla Legge 219 del 2017, chiunque, purché idoneamente informato, può scegliere in anticipo ed in previsione di un momento in cui non sarà più in grado di formare o esprimere le sue volontà quali trattamenti ricevere e quali no presentando il testamento biologico presso l’Ufficio dello Stato Civile del proprio Comune di Residenza che provvede all’ annotazione, in un proprio registro. Questo registro è comunale e non è destinato a diffusione.

Redazione

Immagine dal sito www.corrierecomunicazioni.it