Sotheby’s: Presentazione del libro e vernissage della mostra Alberto Salvati Frammenti

SOTHEBY’S

PRESENTAZIONE DEL LIBRO e VERNISSAGE DELLA MOSTRA

Alberto Salvati Frammenti

LUNEDÌ 7 OTTOBRE, ore 18.30
Sotheby’s – Palazzo Serbelloni, Corso Venezia 16, Milano

Lunedì 7 ottobre alle ore 18.30, presso Sotheby’s – Palazzo Serbelloni (Corso Venezia 16, Milano), verrà presentato il volume Alberto Salvati Frammenti, edito da Scalpendi. Con Sara Fontana, autrice del libro, interverranno Beppe Finessi, Claudia Consolandi e Alberto Salvati.
In occasione della presentazione, le sale di Palazzo Serbelloni accoglieranno una selezione di opere realizzate da Salvati negli ultimi anni (disegni, dipinti, mobili e oggetti), a testimonianza di un’attività molteplice, che continua a rinnovarsi grazie all’entusiasmo del suo artefice. La mostra, a ingresso libero, sarà visitabile fino a giovedì 10 ottobre (ore 10-13 e 14-18).
Conosciuto da decenni come architetto e designer, Alberto Salvati (Milano, 1935) ha sempre affiancato alla professione una propria ricerca artistica, condotta saltuariamente a partire dagli anni Cinquanta e in modo continuativo da fine anni Novanta. Attingendo al serbatoio immenso, spesso dimenticato, della creatività infantile, manipolandone immagini e cromie attraverso un processo lungo e laborioso e riconducendole nel vivo di un contesto antropologico, Salvati approda ogni volta a un’originale forma di espressione, spesso assai lontana dal disegno originario.
Attraverso una sequenza di tavole accompagnate da brevi commenti autobiografici e da un testo storico-critico, il volume Alberto Salvati Frammenti propone un confronto serrato tra una parte dell’attività professionale di Salvati e la sua operosità artistica, esplicitando la linea di continuità tra i “Frammenti” di oggi e la sperimentazione che li precede. Oggetto primario di questo volume, i “Frammenti” sono tuttora parte di un discorso in divenire, con sottesi richiami all’enorme mole di lavoro che Salvati ha accumulato in sette decenni di attività negli ambiti dell’architettura, dell’architettura d’interni e dell’industrial design.
I sedici capitoli del libro ripercorrono una vicenda creativa che comincia negli anni della scuola media, quelli dell’alunnato di Salvati con il pittore Galliano Mazzon, e che, attraverso gli studi al Politecnico di Milano e l’ingresso nel mondo della professione, approda alla rinnovata attività artistica degli ultimi vent’anni, manifestata dapprima nei “Frottages” e nel “Design trasgressivo”, quindi, negli ultimi dieci anni, nei “Frammenti”, dove il processo di metamorfosi delle forme e della materia viene ancora più accentuato.

Alberto Salvati ha conseguito la laurea in architettura presso il Politecnico di Milano, istituzione con cui ha in seguito collaborato e collabora. Ha costituito nel 1960 lo Studio Salvati Tresoldi, che ha operato nei diversi campi dell’architettura e del design, realizzando numerosi edifici residenziali, complessi industriali, centri commerciali, uffici e alberghi, in Italia e all’estero. Nel 2000, cessata l’attività dello Studio Salvati Tresoldi, ha costituito una nuova struttura progettuale: lo “Studio Salvati Architetti Associati” con sede in Milano, frutto dell’apporto delle diverse esperienze professionali di Alberto Salvati, Massimo Pedrazzini e Claudia Gobbi, che svolge attività nel campo edilizio, dell’architettura di interni e dell’Industrial Design.

da Wanda Rotelli Tarpino
Ufficio Stampa Sotheby’s