Istat, nel 2017 l’economia non osservata* vale circa 211 miliardi di euro, il 12,1 del Pil. Le unità irregolari sono 3,7 milioni, in crescita di 25 mila unità rispetto al 2016

SEDE ISTAT ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

Istat, nel 2017 l’economia non osservata* vale circa 211 miliardi di euro, il 12,1 del Pil. Le unità irregolari sono 3,7 milioni, in crescita di 25 mila unità rispetto al 2016

Secondo l’Istat, il 41,7 del sommerso economico si concentra nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio, trasporti e magazzinaggio, attività di alloggio e ristorazione, dove si genera il 21,4% del valore aggiunto totale.
Nel 2017 le attività illegali considerate nel sistema dei conti nazionali hanno generato un valore aggiunto pari a 18,9 miliardi di euro con un incremento di 0,8 miliardi rispetto all’anno precedente.
La crescita delle attività illegali prevalentemente dal traffico di stupefacenti. Sempre nel 2017 sono 3 milioni e 700 mila le unità di lavoro a tempo pieno in condizioni irregolari.
*Economia non osservata

All’interno del System of National Accounts (v. SNA) è così definita quell’area dell’attività nazionale che non può essere misurata in modo diretto e che risulta costituita da:
— economia illegale (v.);
— economia informale (v.);
— economia sommersa (v.).

Redazione

Immagine dal sito www.milanofinanza.it