Religion News Service, AP e The Conversation lanciano un’iniziativa globale di giornalismo religioso

Religion News Service, AP e The Conversation lanciano un’iniziativa globale di giornalismo religioso

NEW YORK – Religion News Foundation (RNF), Religion News Service (RNS), The Associated Press (AP) e The Conversation hanno annunciato oggi la creazione di un’iniziativa globale di giornalismo religioso, uno sforzo per espandere le notizie sulle religioni negli Stati Uniti e nei dintorni il mondo.

Questa iniziativa include la creazione di un news desk congiunto sulla religione globale volto a fornire una copertura equilibrata e sfumata delle principali religioni del mondo, con particolare attenzione alla spiegazione delle pratiche e dei principi religiosi alla base degli eventi e dei movimenti culturali attuali.

Organizzato da giornalisti di RNS, una sussidiaria di RNF, e AP e redattori di The Conversation, un editore indipendente senza scopo di lucro di commenti e analisi provenienti da esperti accademici, il desk produrrà giornalismo religioso multiformato inteso a migliorare la comprensione generale e analizzare il significato di sviluppi nel mondo della fede.

L’iniziativa è finanziata da una sovvenzione di 4,9 milioni di dollari di 18 mesi da Lilly Endowment Inc. a RNF. È uno dei maggiori investimenti nel giornalismo religioso degli ultimi decenni.

“La sovvenzione della Global Religion Journalism Initiative trasforma radicalmente il giornalismo religioso negli Stati Uniti e nel mondo”, ha dichiarato Thomas Gallagher, presidente e CEO della Religion News Foundation, CEO e editore di RNS. “È profondamente affermante e umiliante ricevere questo importante contributo, soprattutto in un momento in cui il giornalismo religioso religioso competente, affidabile e professionale è più che mai necessario”.

“Questa collaborazione espande significativamente la capacità di AP di esplorare questioni di fede, etica e spiritualità come forza sociale e culturale”, ha dichiarato Brian Carovillano, Managing Director di AP. “Siamo lieti di lavorare con queste organizzazioni per produrre giornalismo religioso significativo che aiuterà a informare il pubblico di tutto il mondo”.

“Grazie a Lilly Endowment, The Conversation può ora espandere la copertura che diamo all’etica e alla religione, che è una delle nostre otto aree di attenzione editoriale”, ha dichiarato Bruce Wilson, Chief Innovation and Development Officer di The Conversation. “Attraverso questa collaborazione unica con AP, RNF e RNS, The Conversation può portare le nostre nuove intuizioni a un pubblico ancora più vasto in tutto il paese e in tutto il mondo”.

Attraverso l’iniziativa, AP aggiungerà otto giornalisti di religione; RNS aggiungerà tre giornalisti di religione; e La conversazione aggiungerà due redattori di religione. Sarà inoltre assunto personale aziendale aggiuntivo all’interno delle organizzazioni.

“Questa è un’opportunità per portare i contenuti sulla religione a un pubblico e un mercato molto più ampio di quanto non sia stato possibile in precedenza. Non vediamo l’ora di rafforzare l’offerta di prodotti di AP per le nostre organizzazioni e clienti dei nostri membri”, ha affermato Michael Fabiano, vicepresidente di AP per i media locali .

La concessione fa parte del sostegno di Lilly Endowment agli sforzi che rafforzano la comprensione pubblica della religione. Le sovvenzioni hanno contribuito a finanziare altri progetti mediatici, incluso il sostegno di RNF a RNS e documentari su leader e tradizioni religiose.

“Questa collaborazione tra RNF, The Associated Press e The Conversation è innovativa e promette di aumentare sia il volume che la qualità delle notizie sulle religioni”, ha affermato Christopher L. Coble, vice presidente per la religione di Lilly Endowment. “Riteniamo che l’iniziativa contribuirà a garantire che una copertura equa e accurata delle notizie sulla religione raggiunga un vasto pubblico e migliora la comprensione di come la religione modella gli eventi nazionali e internazionali”.

Ogni organizzazione mantiene il controllo editoriale dei rispettivi contenuti, che saranno chiaramente etichettati e distribuiti da AP. Il contenuto dell’opinione di RNS sarà disponibile per le organizzazioni di notizie e i clienti dei membri AP, anche se non apparirà sul filo AP.

 

dal sito www.ap.org