Unicef, il silenzio dei Neet, giovani in bilico tra rinuncia e desiderio

Unicef, il silenzio dei Neet, giovani in bilico tra rinuncia e desiderio

Neet, “Not in education, employment or training”.
Secondo questa ricerca il 23,4% dei giovani italiani tra i 15 ed i 29 anni risulta inattivo. Il confronto con l’Europa è impietoso, la media negli altri Paesi è del 12,9%. La maggior parte dei Neet si concentra al Sud Italia, soprattutto in Sicilia, dove la percentuale è del 38,6%. Segue la Calabria al 36,2% e la Campania al 35,6%. Al Nord la percentuale è del 15,5%.
I giovani che vanno dai 25 ai 29 anni sono la categoria più colpita: il 47% di loro è nullafacente. A seguire ci sono i ragazzi tra i 20-24 anni (il 38%). Infine la fascia di età che va dai 15 ai 19 anni con il 15%.
Il 49% di questi giovani che rimane a casa è in possesso di un diploma di Scuola Secondario Superiore mentre l’11% è in possesso di diploma di laurea.

Redazione

Immagine dal sito www.unicef.it