MES: cosa è e come funziona il Fondo Salva Stati. Quanto paga l’Italia

MES : cosa è e come funziona il Fondo Salva Stati. Quanto paga l’Italia

Il Meccanismo Europeo di Stabilità ha acceso il dibattito politico da tempo in tutta Europa e in Italia in questi giorni in modo particolare. Dopo lo Spread, un altro termine balzato agli onori della cronaca in termini di discussione. In Europa si parla di ESM, European Stability Mechanism, in Italia è stata ribattezzata MES anche detto Fondo Salva Stati.
Del termine MES ieri il Presidente Italiano del Consiglio Conte ne ha fatto un uso molto pasticciato in Parlamento.
Il MES è entrato in vigore nel 2012 per ripianare agli shock innescati dalla Crisi del Debito Sovrano nell’Eurozona, sostituituendo di fatto il Fondo Europeo di Stabilità finanziaria nato nel 2011.
La sua funzione è quella di assistenza agli Stati in difficoltà finanziaria a favore degli Stati che hanno versato e che versano in gravi problemi finanziari.
Il Capitale su cui può contare il MES è di 700 miliardi di euro, di cui gli Stati Membri iniziano a versare pro quota 80 miliardi di euro. Ad oggi ne hanno usufruito Cipro, Grecia e Spagna.

Riforma della discordia
In sede Europea si è iniziato a discutere di Riforma del Trattato Istitutivo e proprio la Riforma sta facendo discutere anche se su alcuni punti l’accordo è stato trovato.
Serve il consenso unanime di tutti i Paesi firmatari in assenza del quale salterebbe la modifica.

C’è il rischio ristrutturazione debito per l’Italia?
La ristrutturazione obbligatoria del debito è una questione molto dibattuta per accedere al fondo, condizione che ha fatto infuriare le opposizioni, anche se la concessione delle risorse è vincolata ad una rigida condizionalità, ora come prima il MES può decidere di accordare assistenza finanziaria ad un Paese in difficoltà chiedendo che una parte del debito venga ristrutturata. Non è che finiremo per fare la fine della Grecia ?

Redazione

Immagine dal sito www.ispionline.it