La Germania rimproverata dai funzionari dell’UE per la posizione frugale tra le minacce

La Germania rimproverata dai funzionari dell’UE per la posizione frugale tra le minacce

Gli investimenti pubblici modesti in Germania stanno mettendo a rischio la crescita del paese e potrebbero pesare sull’area dell’euro, ha avvertito la Commissione europea, rinnovando il suo appello alla più grande economia della regione per aumentare le spese.

In una serie di rapporti che esaminano gli squilibri economici nell’Unione europea , il braccio esecutivo del blocco ha esortato Berlino a fare di più per affrontare una discrepanza tra quanto risparmia e investe nonostante un miglioramento delle finanze pubbliche tedesche.

“La contenuta quota di investimenti netti del PIL continua a mettere a rischio il potenziale di crescita futuro della Germania e ha implicazioni per l’area dell’euro”, ha affermato la Commissione nel rapporto.

Effetto spillover
La Commissione europea afferma che un lieve stimolo tedesco aiuterebbe l’area dell’euro

La commissione e altre istituzioni hanno da tempo invitato la Germania a riequilibrare la sua economia affrontando avanzi di dimensioni eccessive, come ha ampiamente ignorato il consiglio di Berlino.

Quella spinta ha recentemente ricevuto una maggiore urgenza tra i crescenti dati che mostrano che l’economia tedesca deve ancora superare il suo crollo della produzione, mentre i rischi derivanti dalle tensioni commerciali con l’epidemia di coronavirus incombono in grande.

“Maggiori investimenti pubblici genererebbero ricadute positive interne e transfrontaliere”, ha affermato la Commissione. “L’aumento sostanziale del tasso di investimento pubblico può aumentare la produzione e l’occupazione sia in Germania che nel resto dell’area dell’euro.”

Simulazione di investimento

La commissione ha recentemente lamentato una discrepanza perenne in cui i paesi che dovrebbero stringere le cinture in realtà spendono di più, mentre quelli che dovrebbero allentare fiscalmente per favorire la crescita in tutta la regione tendono ad essere eccessivamente frugali. A peggiorare le cose, i paesi non mettono in ordine le finanze nei periodi favorevoli, né ci sono sufficienti incentivi nel regolamento per stimolare gli investimenti e stimolare la crescita in una fase di recessione.

La Germania si distingue come l’unico gruppo di sette membri con un avanzo di bilancio e un onere del debito relativamente basso. È stato l’obiettivo principale degli appelli della Banca centrale europea ai governi con spazio fiscale per aumentare le spese e ai funzionari di Bruxelles che cercano uno strumento di bilancio comune. Il paese mostra ben poco segno di dare terreno, ma ciò non impedisce alle persone di provare.

Nella relazione di mercoledì, la commissione ha eseguito una simulazione in base alla quale la Germania aumenta gli investimenti pubblici di 1 punto percentuale di produzione nell’arco di un decennio. Tale stimolo è necessario, affermano i funzionari, affinché la Germania finanzi la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio e soddisfi le esigenze di trasporto e trasformazione digitale.

In base a questa ipotesi, il prodotto interno lordo dell’area dell’euro sarebbe più elevato dello 0,4% quest’anno e nel prossimo, e dello 0,3% più elevato nel 2022. Lo scenario ipotizza che la BCE mantenga la sua politica monetaria libera per altri due anni e si normalizzi gradualmente in seguito.

dal sito www.bloomberg.com