Banche, un guardiano unico per tutelare i clienti


Banche, un guardiano unico per tutelare i clienti

Banche, intermediari, poste, società di gestione di fondi e società di intermediazione mobiliare devono disegnare un responsabile unico per la salvaguardia degli strumenti finanziarie delle disponibilità liquide dei clienti.
Lo prevede Banca d’Italia nel regolamento con il quale dando attuazione delle direttive Mifid2 e Mifir, ha dettato nuove disposizioni in materia di governo societario, remunerazione e controlli interni nella prestazione di servizi e attività di investimento nonché in materia di deposito e sub deposito di beni dei clienti.
Il provvedimento è entrato in vigore il 5 Gennaio e prevede che entro il 31 Marzo debbano effettuare la auto valutazione dei propri organi sociali e formalizzare i relativi esiti in un apposito documento

Redazione

Immagine dal sito www.italiaoggi.it