Il coronavirus può avere ricadute imprevedibili in Africa – Ministero degli Esteri russo

Il coronavirus può avere ricadute imprevedibili in Africa – Ministero degli Esteri russo

Secondo i diplomatici russi, la pandemia potrebbe influire negativamente sulla capacità dei paesi africani di svolgere importanti compiti per superare la povertà, garantire lo sviluppo sostenibile e attuare progetti di integrazione

La diffusione del coronavirus sta causando serie preoccupazioni nei paesi africani perché può avere conseguenze imprevedibili sul continente, ha detto un funzionario del ministero degli Esteri russo a TASS martedì.

I tassi di diffusione del coronavirus sono relativamente bassi nei paesi africani, ad eccezione di Algeria, Egitto, Marocco e Sudafrica. “Tuttavia, questo problema sta causando serie preoccupazioni in molti paesi del continente”, ha detto il funzionario. “La situazione sociale ed economica in molti di questi paesi è complicata, mentre l’alta densità di popolazione, il sistema sanitario scadente, varie crisi e conflitti, frontiere trasparenti e migrazioni incontrollate possono portare a un brusco aumento dei casi e conseguenze imprevedibili”, ha aggiunto il funzionario.

Secondo il ministero degli Esteri russo, la pandemia potrebbe influire negativamente sulla capacità dei paesi africani di svolgere importanti compiti per superare la povertà, garantire lo sviluppo sostenibile e attuare progetti di integrazione.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), i casi di coronavirus in Africa hanno raggiunto 21.633, il bilancio delle vittime è attualmente pari a 1.076.

Pandemia di coronavirus
Alla fine di dicembre 2019, funzionari cinesi hanno notificato all’Organizzazione mondiale della sanità lo scoppio di una polmonite precedentemente sconosciuta nella città di Wuhan, nella Cina centrale. Da allora, casi del romanzo coronavirus – chiamato COVID-19 dall’OMS – sono stati segnalati in ogni angolo del globo, compresa la Russia.

L’11 marzo 2020, l’OMS ha dichiarato l’epidemia di coronavirus una pandemia. Secondo le ultime statistiche, oltre 2.484.000 persone sono state infettate in tutto il mondo e sono state segnalate oltre 170.000 morti. Inoltre, finora, oltre 652.000 persone si sono riprese dalla malattia in tutto il mondo.

dal sito www.tass.com