Braccia umane restituite all’agricoltura

Braccia umane restituite all’agricoltura

Arruolabili in agricoltura i lavoratori in Cassa Integrazione, disoccupati o percettori di reddito di cittadinanza. Potranno essere assunti dai datori di lavoro del settore agricolo con un rapporto di lavoro a termine della durata massima di 30 giorni una sola volta rinnovabile.
I lavoratori così assunti non perderanno diritto al sostegno percepito che però potranno cumularlo con la nuova retribuzione fino a 2mila euro.

Redazione

Immagine dal sito www.newtuscia.it