A quali nazionalità sarà consentito l’ingresso in Ue dopo il 1 luglio? Ecco la bozza

A quali nazionalità sarà consentito l’ingresso in Ue dopo il 1 luglio? Ecco la bozza

I funzionari dell’Unione europea sono impegnati a deliberare l’elenco delle nazionalità che – dopo il 1° luglio, alla riapertura delle frontiere – potranno attraversare i confini comunitari.

L’iniziativa ha già suscitato polemiche dal momento che, secondo le prime indiscrezioni, anche gli Stati Uniti – il Paese più colpito al mondo dal COVID-19 con più di 2,4 milioni di casi – si troverebbero al momento nella blacklist dei passaporti tuttora “interdetti”.

La questione però è tutt’altro che conclusa, dal momento che un accordo definitivo sulla lista delle nazionalità abilitate all’ingresso manca ancora; ciscostanza, questa, confermata da un diplomatico Europeo, che a Euronews ha rivelato come i funzionari “non sono ancorA riusciti a raggiungere un accordo” e che i colloqui sarebbero proseguiti almeno fino a oggi, venerdì 26.

Euronews ha ottenuto, da fonti diplomatiche dell’UE, una bozza completa dell’elenco di Paesi per i quali le frontiere dell’Europa dovrebbero presto riaprirsi: il documento conferma l’esclusione di Brasile, Qatar, Stati Uniti e Russia dalla lista approvata.

Nel frattempo, però, anche il primo luglio sarebbe in dubbio come data di riapertura delle frontiere.

dal sito www.it.euronews.com