Un Fatto Nella Roma Di Un Tempo

di | 20 Lug 2020

Un Fatto Nella Roma Di Un Tempo

Ricordo una simpatica rubrica del Messaggero di tanti anni fa su cronaca di Roma: “un giorno in città” che raccontava, a volte in dialetto, un fattarello accaduto il giorno prima.
Così ieri verso mezzogiorno ero appoggiato al muro vicino ad una ottima gelateria a piazza Re di Roma, in attesa di amici.
Seduti in una panchina attaccata al muro accanto a me, una signora ed un bambino.
“Mà, c’ho voia de n’ conetto….Luì co quei soldi ce piamo du chili de spaghetti o tre litri de latte che nun và a male….o de pane mà, che nun compri piu ….Luì ‘n chilo, costa più de du chili de spaghetti e poi dopo du giorni sammuffa che lo devi da buttà! Nnamo Luì, che è la mezza e pe casa c’è ancora da scarpinà. A mà n’potemo pijà er bus, ci’ho na fiacca….Ao!…. co li soldi del bijetto ce piamo n ‘chilo e mezzo de spaghetti!….e va bbe mà, famo come tutti…nun famo er bijetto ‘namo a gratis… No Lui, semo poveri ma no ladri…Semo poveri Mà? Mbè la ditta de papà ha chiuso e se nun fosse pe li soldi che me danno pe lavà le scale che te magni?
Misi la mano in tasca appallottolai cinque euro e li feci cadere a terra. Signora,le sono cascati 5 euro. La signora li guardò, poi mi guardò e disse…. Nun so li mia.
Nel frattempo Luigi, sceso repentinamente dalla panchina li aveva raccolti “No ammamma, dalli al signore….. li ha visti pe primo”…..No signora forse saranno caduti a chi era seduto la prima di lei…li prenda è più giusto…..Va bbè,grazie!

Signore è vero che se famo l’elezioni non saremo più poveri? Mi disse Luigi…

Lui ‘nnamo che è ora de magna! A mà, oggi li spaghetti pe fà la minestra col latte li rompo io? Si alzarono e andando via….

Nnamo Lui che oggi pijamo puro ‘netto e mezzo de mortadella……Li seguii con gli occhi mentre s’allontanavano e un sentimento di ribellione mi assaliva…… Che brava italiana….Quanta dignità…… quanto insegnamento……

 

Immagine dal sito www.patatofriendly.com

 

di Fulvio Biocca