I dati bancari dei contribuenti aperti anche agli enti locali

I dati bancari dei contribuenti aperti anche agli enti locali

Gli enti locali potranno accedere all’archivio dei rapporti finanziari dei contribuenti alfine di rendere più efficiente la riscossione, anche coattiva, delle imposte di competenza.
L’effetto di tutto ciò è che sempre più soggetti avranno accesso alle informazioni relativi ai conti correnti dei depositi, rapporti finanziari degli italiani, per i quali il segreto bancario è soltanto un ricordo del passato. Grazie al maxiemendamento al decreto semplificazioni 76/2000.
Oggi è la volta degli enti locali che per semplificare il processo di riscossione delle loro entrate potranno accedere non solo ai dati dell’anagrafe tributaria, come già concesso dall’art.1 comma 791, dalla legge di bilancio 2020 (legge 160/ 2019) ma anche a quelli sensibili, contenuti nel più volte citato archivio dei rapporti finanziari.

Redazione

Immagine dal sito www.ilsole24ore.com